Visualizza articoli per tag: manager di rete - ASSORETIPMI


LinkedinTwitterFacebook
La Mappa delle Reti d'Impresa in Italia

DELIMITATORE1

Iscrizione alla Newsletter

SHARE THIS:

crea il tuo progetto

Iscrizione alla Newsletter

 

DELIMITATORE1

Corso Manager di Rete arriva la 6°Edizione!

11 Ottobre, Tavagnacco (UD): Caffè delle Reti di ASSORETIPMI, Reti & open networking!

ASSORETIPMI

Delegazione Friuli Venezia Giulia

in collaborazione con 

CNA di Tavagnacco

ti invita al

Caffè delle Reti 

Mercoledì 11 Ottobre, Ore 18:00 - 20.00

c/o sede Biohaus - Profila  

Via G. Marconi, 81/A - Tavagnacco (UD)   

 

Il giorno 11 Ottobre Presso la sede Biohaus e Profila di Tavagnacco (Udine) alle ore 18.00, si svolgerà il "Caffè delle Reti”,  l'incontro tra associati e delegati AssoretiPMI, Reti d'impresa, CNA di Tavagnacco e chiunque, Imprese e Professionisti, sia interessato al tema dell'aggregazione.

Il Caffè delle Reti di ASSORETIPMI è un momento informale di incontro e confronto, occasione per conoscersi o ritrovarsi, progettare, approfondire, conoscere le iniziative dei promotori, parlare con i protagonisti delle Reti di Imprese.

Driver di riferimento saranno sempre le reti d'impresa, ma l'obiettivo è quello di incrementare relazioni e opportunità per tutti.

L'evento è gratuito.

Posti limitati con prenotazione obbligatoria, registrati ora! 

 pulsante meeting

  


 

SPECIALE 'CORSO MANAGER DI RETE 2017', 6° EDIZIONE 

 Start Corso 23 Ottobre 2017 | Iscrizioni aperte fino al 18 Ottobre  

52 ore in e-learning, modalità "live" e "on-demand" 

 CLICCA QUI  

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2017-678-START-gi

Il Corso si rivolge a: imprenditori/trici, reti di impresa, manager, professionisti/e, studenti, giovani e tutti coloro che vogliono acquisire, o perfezionare, le competenze specialistiche necessarie a creare e gestire reti di impresa. 

Gli associati ad ASSORETIPMI, oltre alla quota agevolata di iscrizione al Corso, disporranno di strumenti emateriali esclusivi per integrare e valorizzare la propria competenza (come l'esclusiva Mappa delle Reti d'Impresa, gli Instant Book, l'Area Progetti e l'inserimentonella Mappa dei Manager di Rete).  

Speciale:  la 6°edizione riserva condizioni eccezionali a tutti gli Under 30 e a tutti gli studenti universitari per formarsi sulle reti d'impresa, uno dei più importanti e innovativi modelli organizzativi del presente e sempre più del prossimo futuro.


  RETI DI IMPRESE, SVILUPPO, INNOVAZIONE, INTERNAZIONALIZZAZIONE 

ASSORETIPMI è l’associazione no-profit nazionale e indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.  Non sei ancora associato ad ASSORETIPMI? CLICCA QUI   

adesioni-2018-assoretipmi-res

Pubblicato inNews
Mercoledì, 27 Settembre 2017 11:36

ASSORETIPMI per le Reti d'Impresa | Infografica

ASSORETIPMI per le Reti d'Impresa | Infografica

ASSORETIPMI

per le Reti d'Impresa

Infografica

Una visuale di sintesi delle attività e opportunità che ASSORETIPMI offre alle Reti di Imprese.

Clicca sulle immagini e link per gli approfondimenti.

       

 

RETI D'IMPRESA, INNOVAZIONE, SVILUPPO, INTERNAZIONALIZZAZIONE

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale e indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri. Per associarti CLICCA QUI

Pubblicato incontenuti
23 Ottobre! Start 6°EDIZIONE CORSO MANAGER DI RETE da Assoretipmi e Fondazione Marco Biagi, iscrizioni aperte fino al 18 Ottobre.

ASSORETIPMI e la

  Fondazione Universitaria Marco Biagi

annunciano la 6° Edizione del

 "CORSO DI FORMAZIONE

PER MANAGER DI RETE"

Le Metodologie di Gestione della Rete di Impresa.

Corso erogato in modalità e-learning 

CREDITI FORMATIVI

 

 

 

  Start Corso 23 Ottobre 2017 | Iscrizioni aperte fino al 18 Ottobre

52 ore in e-learning 

modalità "live" e "on-demand"

 

Parte il 23 Ottobre la 6° Edizione del Corso di Formazione per Manager di Rete "Le Metodologie di Gestione della Rete d'Impresa", organizzato da AssoretiPMI e dalla Fondazione Universitaria Marco Biagi.

Le reti di impresa oggetto del corso sono le forme di aggregazione tra imprese formalizzate nel contratto di rete (legge n. 33/2009), in crescita costante.

Al 3 Ottobre 2017 InfoCamere ha registrato 4.044 contratti di rete, presenti in tutte le regioni di Italia, che coinvolgono 20.482  imprese in tutti i settori e zone d'Italia, certificando lo sviluppo notevole del fenomeno.

La sesta edizione del corso si legittima per il gradimento e il successo registrati nelle prime cinque edizioni e per l’interesse dimostrato dai potenziali partecipanti.

Il corso è erogato in modalità e-learning e potrà essere seguito comodamente da ogni zona d'Italia o dall'estero con la possibilità di decidere se assistere in diretta alle lezioni (modalità live) seguendo il calendario del corso e interagendo in tempo reale con il docente, o visionare la registrazione della lezione senza vincoli di data e orario (modalità on demand).

 Le iscrizioni sono aperte fino al 18 Ottobre 2017

Il Corso si rivolge a: imprenditori/trici, reti di impresa, manager, professionisti/e, studenti, giovani e tutti coloro che vogliono acquisire, o perfezionare, le competenze specialistiche necessarie a creare e gestire reti di impresa.

Gli associati ad ASSORETIPMI, oltre alla quota agevolata di iscrizione al Corso, disporranno di strumenti e materiali esclusivi per integrare e valorizzare la propria competenza (come l'esclusiva Mappa delle Reti d'Impresa, gli Instant Book, l'Area Progetti e l'inserimento nella Mappa dei Manager di Rete). 

Speciale: la 6°edizione riserva condizioni eccezionali a tutti gli Under 30 e a tutti gli studenti universitari per formarsi sulle reti d'impresa, tra i più importanti e innovativi modelli organizzativi del presente e del prossimo futuro.


CREDITI FORMATIVI

In merito alle richieste di accreditamento agli Ordini dei Consulenti del lavoro, Avvocati e Commercialisti ed Esperti Contabili sono stati finora riconosciuti i seguenti cf:
–  Consulenti del lavoro: n.1 credito ad ora convalidata per le lezioni del 23, 25, 27, 30 ottobre 2017 (delibera n. 299 del 18/10/2017);
– Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili: n.1 credito ad ora convalidata (delibera del 18/10/2017)


  

pulsante-azzurro-leggi-tutto-blue

pulsante-azzurro-programma

pulsante-azzurro-iscrizione

 

Introduzione

Il corso è il risultato della collaborazione tra ASSORETIPMI, associazione senza fini di lucro che ha lo scopo di promuovere lo sviluppo imprenditoriale attraverso la nascita e lo sviluppo delle reti di imprese e la Fondazione Marco Biagi, operante nella ricerca e nella formazione universitaria e post universitaria riguardante il lavoro nelle sue molteplici accezioni.

Le reti di impresa oggetto del corso sono le forme di aggregazione tra imprese formalizzate nel contratto di rete (legge n. 33/2009), in crescita costante.

Al 3 Ottobre 2017 InfoCamere ha registrato 4.044 contratti di rete, presenti in tutte le regioni di Italia, che coinvolgono 20.482  imprese in tutti i settori e zone d'Italia, certificando lo sviluppo notevole del fenomeno.

La sesta edizione del corso si legittima per il gradimento e il successo registrati nelle prime cinque edizioni e per l’interesse dimostrato dai potenziali partecipanti.
 

DESTINATARI DEL CORSO

Il corso si rivolge a:

  • il libero professionista (avvocato, commercialista, consulente del lavoro), per il quale il corso offre una ulteriore opportunità professionale, ovvero un nuovo servizio di consulenza da proporre ai propri clienti: la costituzione della rete di impresa;
  • l’imprenditore di piccola e media impresa, il quale attraverso il corso può sviluppare le competenze necessarie per decidere consapevolmente se mettersi in rete e, in caso positivo, per svolgere direttamente il ruolo di manager della rete, come mostra le realtà empirica;
  • il manager di rete, per il quale la rete è un’opportunità professionale.
  • le reti di imprese tutte, e in particolare quelle in formazione e fase di start-up, per acquisire modalità e best practices costitutive, organizzative, strategiche e gestionali.
  • gli studenti e i giovani, per i quali la rete è uno dei più importanti e innovativi modelli organizzativi del presente e sempre più del prossimo futuro.

OBIETTIVI:

 Il corso si propone di:

  • trasmettere le conoscenze sugli aspetti giuridici, tecnologici e gestionali della forma organizzativa e del contratto di rete attraverso un approccio interdisciplinare;
  • sviluppare le capacità decisionali relative alla risoluzione dei problemi legati alla forma organizzativa di rete, approfondire i contenuti del Contratto di Rete, analizzare la definizione di accordi stabili ed efficienti, supportare la concreta realizzazione della rete;
  • affrontare temi specifici della forma e del contratto di rete riguardanti le imprese di produzione e quelle di servizi.

Il corso è erogato in modalità e-learning e potrà essere seguito comodamente da ogni zona d'Italia o dall'estero sia partecipando in diretta alle lezioni (modalità live) seguendo il calendario del corso e interagendo in tempo reale con il docente, sia visionando la registrazione senza vincoli di data e orario (modalità on demand).

 

DURATA E SEDE DEL CORSO
Il corso ha la durata complessiva di 52 ore di lezioni virtuali ►VAI AL PROGRAMMA
Le lezioni si terranno, a partire dal 23 ottobre 2017, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì per due ore dalle 18 alle 20, tutte le settimane fino alla metà di Gennaio 2018.

 

 P R O G R A M M A

 

B01 Modulo 1. L’organizzazione della rete
Docente: Prof. Luigi Golzio
La forma organizzativa della rete tra imprese come alternativa alla crescita per via interna ed alla esternalizzazione. I criteri di convenienza: costi di produzione e costi di transazione. L’individuazione dei benefici per i partner della rete. La negoziazione integrativa nella prospettiva del partenariato. L’accordo di rete: il cosa ed il come degli accordi equi, stabili ed efficienti; la prevenzione dei comportamenti opportunistici. Il manager di rete: le aspettative e le tensioni di ruolo. Il manager nel ciclo di vita della rete. Le competenze e la leadership del manager di rete.                             

b6 Modulo 2. Il contratto di rete
Docenti: Avv. Donato Nitti, Prof. Francesco Basenghi
Le tipologie delle reti di impresa (del sapere, con lo scambio di informazioni e di know-how; del fare, con lo scambio di prestazioni; del fare insieme con progetti di investimento comuni). Il contratto di rete: la legge n. 33/2009 e successive integrazioni. Vincoli ed opportunità.
I limiti dei correnti contratti di scambio delle risorse tra le imprese nella contrattualistica interna della rete. La formalizzazione delle regole interne: le varie forme applicative del revenue sharing.
La gestione degli eventuali conflitti tra i partner della rete. La mediazione: la regolamentazione giuridica, i vantaggi, le tecniche di conduzione di una procedura. L'arbitrato interno e internazionale: le procedure, i tempi e i costi dell'arbitrato ad hoc e dell'arbitrato amministrato.
La proprietà intellettuale: definizioni e contenuti. Le differenze e le interferenze tra i meccanismi di protezione dell'innovazione tecnologica (brevetti, software), commerciale (marchi, design) culturale (opere d'arte). Lo sfruttamento della proprietà intellettuale nelle reti. L'uso in rete della proprietà intellettuale preesistente (i.e. di cui siano titolari le imprese in rete) e titolarità e uso della proprietà intellettuale acquisita (i.e. sviluppata durante il perseguimento degli obiettivi strategici): licenze incrociate; accordi tra contitolari; clausole per regolare diritti e obblighi in caso di scioglimento parziale o totale della rete.

b5 Modulo 3. Le scelte strategiche della rete
Docenti: Ing. Gilda Massa, Carlo Pignatari
Gli obiettivi strategici di una rete d’impresa, Le scelte di posizionamento del prodotto/servizio, mercato e tecnologie ed i contributi dei partner della rete. La Prime Directive del piano strategico di rete: il valore del prodotto/servizio per unità di prezzo pagato. Case History.
Fare rete è innovativo. Si fa rete per innovare.  Approcci all’innovazione per le reti e per le piccole imprese. Gli elementi che guidano il processo di innovazione per una rete. La specializzazione nelle filiere produttive, il ruolo della conoscenza e dei valori intangibili, l’open innovation come opportunità per le PMI e i cambiamenti organizzativi che la forma di rete impone. I temi dell’innovazione. Le misure per finanziare l’innovazione. Gli elementi che caratterizzano la descrizione di un progetto di innovazione.

b7 Modulo 4. La gestione finanziaria della rete
Docente: Prof. Stefano Cosma
Il costo del capitale: dal costo per l’impresa al costo per la rete. Il costo delle varie forme di finanziamento: prestito, autofinanziamento (equity interno) ed equity esterno. Modelli di valutazione e di pricing per il finanziamento delle reti. Il costo medio del capitale: il Weighted Average Cost of Capital (WACC).
I criteri di valutazione dei progetti di espansione della rete di impresa. Il progetto di lancio operativo della rete. I metodi di valutazione quantitativa del rischio economico dei progetti di espansione della rete. I metodi di contenimento del rischio economico: opzioni reali e finanziarie. I vantaggi di flessibilità offerti dalla rete di impresa. La richiesta del finanziamento bancario di un progetto di espansione della rete: la valutazione della capacità della rete di attuare il progetto di espansione (un paradigma di business plan del progetto di espansione della rete). 

b8 Modulo 5.La gestione amministrativa della rete
Docente: Dott. Umberto Bernardi
Il sistema di contabilità in rete nelle piccole e medie imprese. Il trattamento dell’IVA. La contabilità fiscale di rete. Le agevolazioni fiscali previste dalla normativa  alle imprese aderenti ad un contratto di rete e le modalità per accedervi. La  sospensione di imposta sugli utili di esercizio  accantonati ad apposita riserva  destinati al fondo patrimoniale per la realizzazione degli investimenti previsti dal programma di rete.

b9 Modulo 6. L’industria 4.0 nella rete
Docente: Ing. Gilda Massa
L'ICT come leva di collaborazione tra i partner della Rete d'Impresa. Le soluzioni proposte per risolvere le complessità delle interazioni tra i partner di Rete. Buy, Make, SaS. I dati e la loro gestione in Rete. Un paradigma di configurazione disponibile del sistema informatico di gestione operativa. Panorama di quanto offerto dal mercato.

B03 Modulo 7.La gestione della produzione nella rete delle imprese manifatturiere
Docente: Ing. Gilda Massa
La distribuzione delle forniture tra i partner e la gestione delle incertezze: l’ottimizzazione delle scorte, dei trasporti e del  servizio al cliente.
Lo sfruttamento del risk pooling. Le contromisure a fronte delle inadempienze dei partner. Le metodologie e gli strumenti di ottimizzazione: il linear programming, Simplex. Mixed Integer Programming. Branch and Bound.

b11 Modulo 8.  La relazione con il Cliente ed i mercati della rete
Docenti: Dott. Giovanni Roncucci, Dott. Patrizio Greco, Dott.ssa Monica Franco, Dott.ssa Elena Codeluppi  
Le modalità di internazionalizzazione delle reti. La figura del project manager per l’internazionalizzazione. Gli strumenti e le fonti disponibili per la ricerca di business partner in contesti internazionali (Europa, Oriente, Americhe, Africa). Le tipologie più comuni di collaborazione commerciale internazionale. Le tipologie contrattuali più comuni e le garanzie (operative e finanziarie) da richiedere. Le opportunità di finanziamento di progetti di internazionalizzazione di una rete di impresa.
La rete di impresa come sistema “multiprodotto” e “multimercato”. Il Piano di Marketing per obiettivi, mercati di riferimento,  strategie di posizionamento.  L’Audit interno ed esterno. Il web e digital marketing. Il branding della rete. La comunicazione interna ed esterna.
La comunicazione della rete nel web: le relazioni  tra soggetti attivi per produrre contenuti efficaci. La scelta dei canali di comunicazione. I social network. La definizione dei confini della rete nella comunicazione: come gestire e conciliare la singole identità in rete e l’identità di gruppo, di collettivo.

b12 Modulo 9. La gestione della rete di servizi
Docente: Prof. Luigi Golzio
Il concetto di servizio e di sistema di gestione dei servizi. La rete nei servizi: la replicazione del format sfruttando le economie di scala tra imprese che offrono lo stesso servizio in mercati diversi. La rete tra imprese di produzione ed imprese di servizi: oltre la semplice esternalizzazione.
La strategia di internazionalizzazione: gradual global or born to global.



Scarica il calendario delle lezioni

 

didattica: e-learning e personalizzazione del corso

Il corso sarà erogato attraverso una funzionale e sperimentata piattaforma e-learning via Internet, la quale consentirà ai partecipanti di:

  • decidere se assistere in diretta alle lezioni (modalità live) seguendo il calendario del corso e interagendo in tempo reale con il docente, o visionare la registrazione senza vincoli di data e orario (modalità on demand)
  • accedere al calendario delle lezioni, al materiale didattico, alle esercitazioni, alle registrazioni, ai questionari di gradimento

Il contatto virtuale tra studente e docente avverrà via e-mail e chat durante le lezioni.


PER SEGUIRE LE LEZIONI IN LIVE OPPURE ON-DEMAND E ACCEDERE AI MATERIALI DIDATTICI
È disponibile un portale dedicato al corso accessibile  al seguente link:  http://www.fmb.formazione.unimore.it/moodle/  per accedere al quale saranno inviate le credenziali non appena perfezionata l'iscrizione.

MATERIALE DIDATTICO
Il materiale didattico, caricato di volta in volta sul portale e disponibile al download, è costituito dalle slides utilizzate dal singolo docente durante la lezione virtuale, da articoli, parti di testi, casi aziendali.


FREQUENZA
L’attestato di partecipazione al corso verrà rilasciato solo a chi avrà frequentato il 70% del totale delle ore di lezione.
Per poter rilevare le presenze ai fini del rilascio dell'attestato finale è necessario visionare le lezioni in modalità live e/o on demand


REQUISITI MINIMI PER UTILIZZARE LA PIATTAFORMA

  • processore a 1.6 GHZ (o superiore) o analogo;
  • almeno 512 MB di RAM
  • almeno 2 Gb di spazio disco
  • sistema operativo Windows. L'accesso al portale e-learning è garantito anche per Sistemi Operativi Mac Os-X e Linux, sebbene le performance per l'accesso ai sistemi di videocomunicazione non sono totalmente garantite per questi Sistemi Operativi;
  • browsers: Microsoft Internet Explorer 7.0, Mozilla Firefox 3.0, Safari 4.0;
  • risoluzione video a 1024 x 760 (preferibile al 800x600);
  • connessione di rete tipo ADSL. Assenza di firewall o protezioni che impediscano l'apertura sul vostro computer di porte logiche aggiuntive rispetto alla porta 80. Nel caso di computer collegati ad Internet a mezzo di Rete locale-LAN, verificate con il vs. gestore di rete questa caratteristica tecnica.

 

DOCENTI 

ll corpo docente è costituito da professori universitari, che hanno fatto ricerca sul contratto di rete nelle rispettive discipline scientifiche, e da professionisti e manager di impresa che hanno maturato esperienze gestionali sul contratto di rete.

Prof. Francesco Basenghi
Professore di Diritto del lavoro, Università di Modena e Reggio Emilia

Dott. Umberto Bernardi
Dottore Commercialista in Modena e Revisore legale

Dott.ssa Elena Codeluppi
Consulente in Comunicazione aziendale e social network

Prof. Stefano Cosma
Professore di Economia degli Intermediari Finanziari, Università di Modena e Reggio Emilia

Dott.ssa Monica Franco
Esperta di Marketing di rete e Comunicazione. Vicepresidente AssoretiPmi

Prof. Luigi E. Golzio (Coordinatore e tutor del corso)
Professore di Organizzazione Aziendale, Università di Modena e Reggio Emilia

Dott. Patrizio Greco
Vice Presidente della Camera di Commercio Italia-Brasile Nord-Est

Ing. Gilda Massa
Ricercatrice sui sistemi gestionali. Esperta sui sistemi informatici per le reti di impresa

Avv. Donato Nitti
Dottore di ricerca in Diritto Privato Comparato, Mediatore, esperto di contratto di rete, proprietà intellettuale e contratti internazionali

Dott. Carlo Pignatari
Esperto di innovazione e sviluppo organizzativo per le PMI e le Reti d'impresa

Dott. Giovanni Roncucci
Presidente Roncucci & Partners, società di business development internazionale specializzata nel progettare e realizzare percorsi di internazionalizzazione d’impresa

COSTI, MODALITA' DI ISCRIZIONE E PAGAMENTO

E' possibile procedere alla iscrizione fino al 18 ottobre 2017 attraverso la compilazione del modulo di iscrizione disponibile online cliccando il tasto blu sottostante ed effettuando il versamento della quota di iscrizione. 

COSTO DI ISCRIZIONE 
Il costo di iscrizione (esente IVA e comprensivo di marca da bollo di 2 euro) è di: 

  • Euro 500,00;
  • Euro 430,00 per gli Associati ad ASSORETIPMI (*);
  • Euro 350 per tutti gli Under 30 e gli studenti universitari;

 (*) Per associarsi ad AssoretiPmi collegarsi al sito web  cliccare qui oppure scrivere ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Il costo di iscrizione include l’erogazione di lezioni virtuali, il materiale didattico (note, casi aziendali, le slides della lezione, ecc.) e il tutoraggio durante il corso.
A ciascun partecipante sarà rilasciata regolare fattura.

Nel caso appartenesse alla categoria under30 o studente universitario  è necessario inviare via mail copia della carta d’identità o del tesserino universitario. 

METODO DI PAGAMENTO 
La quota di partecipazione devono essere versate tramite bonifico bancario intestato a Fondazione Marco Biagi utilizzando il seguente codice IBAN: IT36X0200812930000008722454. 

Si prega di indicare nella causale del bonifico: “nome e cognome del partecipante – 6° Corso Manager di Rete”.
Per l’emissione della fattura (con data di ricezione del bonifico) saranno utilizzati i dati richiesti e dichiarati nel modulo di iscrizione. 

Si richiede invio della distinta di pagamento completa di C.R.O. via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . 

 

pulsante iscrizione

 

Per coloro che hanno deciso di non formalizzare la pre-iscrizione effettuata prima del 2 ottobre 2017, si ricorda che l'importo della caparra confirmatoria di 50,00 euro sarà restituito solo nel caso in cui il corso non venga attivato per mancanza del numero minimo di iscritti.

CONTATTI:

Per informazioni amministrative (pagamenti, fatture, etc): contattare la dott.ssa Anna Castellari al numero 059/2056031 oppure via mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Per informazioni organizzative e sui contenuti del corso: contattare la dott.ssa Carlotta Serra al numero 059/2056032 oppure via mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Per altre informazioni contattare ASSORETIPMI, dott.Eugenio Ferrari, Presidente, al numero 348 2610825; dott.ssa Monica Franco, Vicepresidente al numero 348 4525093 oppure via mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

CorsoManReteHeader

 

 FBiagiGallery


banner-mappa-reti-di-impresa-assoretipmi-new-version

BANNER-SEARCH-MANAGER-DI-RETE

      Reti di Imprese, Innovazione, Capitale Umano. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.  

Scopri le opportunità che ti offre ASSORETIPMI VAI QUI

adesioni-2018-assoretipmi-res    

Pubblicato inNews
Report Reti d'Impresa al 3 Novembre 2017, il consueto aggiornamento mensile by ASSORETIPMI

I dati attuali al 3 Novembre 2017 registrano un aumento rispetto al mese precedente di ben 403 imprese che hanno deciso di aggregarsi e che portano quindi il totale da 20.482 a 20.885 e il numero complessivo nazionale delle Reti raggiunge quota 4.088 unità con un aumento di 44 nuovi contratti (da 4.044 di Ottobre)

 

 

 

 

 

Al 3 Novembre 2017 sono stati censiti da Infocamere:

 

4.088 Contratti di Rete (+44) 

con

20.885 Imprese partecipanti (+403)
 

 

reti-3-novembre-2017-678

Questa la progressione di quanto avvenuto nei mesi precedenti:

Al 3 Ottobre '17: 4.044 Contratti di rete - 20.482 imprese Partecipanti

Al 3 settembre '17: 3.992 Contratti di rete - 20.157 Imprese Partecipanti (541 s.g.)

Al 3 Agosto '17: 3.940 Contratti di rete - 19.865 Imprese Partecipanti (532 s.g.) 

Al 3 Luglio '17: 3.869 Contratti di rete - 19.503 Imprese Partecipanti (521 s.g.) 

Al 3 Giugno '17: 3.791 Contratti di rete - 19.058 Imprese Partecipanti (514 s.g.) 

Al 3 Maggio '17: 3.697 Contratti di Rete - 18.566 Imprese Partecipanti (504 s.g.) 

Al 3 Aprile '17: 3.588 Contratti di Rete - 18.079 Imprese Partecipanti (488 s.g.) 

Al 3 Marzo '17: 3.479 Contratti di Rete - 17.664 Imprese partecipanti (482 s.g.) 

Al 3 Febbraio '17: 3.386 Contratti di Rete - 17.343 Imprese partecipanti (475 s.g.) 

Al 3 Gennaio '17: 3.320 Contratti di Rete - 16.893 Imprese partecipanti (474 s.g.) 

Al 3 Dicembre '16: 3.243 Contratti di Rete - 16.587 Imprese partecipanti (460 s.g.) 

Al 3 Novembre '16: 3.189 Contratti di Rete - 16.048 Imprese partecipanti (455 s.g.) 

Al 3 Ottobre '16: 3.114 Contratti di Rete - 15.704 Imprese partecipanti (447 s.g.) 

Al 3 Settembre '16: 3.056 Contratti di Rete - 15.433 Imprese partecipanti 

Al 3 Agosto '16: 2.999 Contratti di Rete - 15.187 Imprese partecipanti 

Al 3 Luglio '16: 2.935 Contratti di Rete - 14.827 Imprese partecipanti 

Al 3 Giugno '16: 2.880 Contratti di Rete - 14.462 Imprese partecipanti 

Al 17 Maggio '16: 2.844 Contratti di Rete - 14.305 Imprese partecipanti 

Al 3 Aprile '16: 2.793 Contratti di Rete - 13.978 Imprese partecipanti 

Al 3 Marzo '16 : 2.699 Contratti di Rete - 13.518 Imprese partecipanti 

Al 3 Febbraio '16: 2.643 Contratti di Rete - 13.214 Imprese partecipanti 

Al 3 Gennaio '16 : 2.596 Contratti di Rete - 13.008 Imprese partecipanti 

Al 3 Dicembre '15: 2.542 Contratti di Rete - 12.770 Imprese partecipanti 

Al 3 Novembre '15: 2.475 Contratti di Rete - 12.419 Imprese partecipanti 

Al 3 Ottobre '15: 2.405 Contratti di Rete - 12.089 Imprese partecipanti 

Al 3 Settembre '15: 2.348 Contratti di Rete - 11.879 Imprese partecipanti 

Al 3 Agosto '15: 2.304 Contratti di Rete - 11.674 Imprese partecipanti

 

In soli 2 anni (vedi lo specchietto al 3 novembre 2015 con 2.475 contratti) sono quindi oltre 1.600 (1.610) su un totale attuale di 4.088 le Reti che si sono formate in Italia, un numero che corrisponde al 39,3,% del totale.E anche il traguardo 'psicologico' dei 4.000 contratti è stato raggiunto e superato.

Sempre paragonandoci al dato del 3 Novembre 2015, relativamente al numero delle imprese parteciapnti a contratti di Rete che allora corrispondeva a 12.419, l'aumento in termini percentuali risulta perfettamente allineato. Infatti parliamo da allora di un incremento di 8.466 imprese su un totale attuale di 20.885, pari cioè al 40,5% del totale.

Sul portale di Assoretipmi saranno aggiornati in questi giorni, come sempre, anche i grafici della distribuzione delle Imprese Retiste regione per regione.

La Mappa delle Reti d'Impresa di ASSORETIPMI, il più importante tool di georeferenziazione disponibile dal 2015 in Italia, è costantemente aggiornato e registra mese su mese gli incrementi e le variazioni del numero delle Reti e delle Imprese partecipanti a Contratti di rete per: Area, Settore, Codice Ateco, Ragione sociale di ogni singola impresa retista e Contratto di Rete di appartenenza. Questo strumento, riservato aglil associati di ASSORETIPMI, è ormai riconosciuto unanimamente come imprescindibile e di fondamentale importanza per chiunque sia interessato a compiere ricerche mirate sui Contratti di Rete. Se non sei ancora nostro associato, e vuoi scoprire tutti i vantaggi riservati ai nostri associati a partire da ora per tutto il 2018, vai qui: http://www.retipmi.it/pmi/come-associarsi ed entra nella più importante associazione che da 6 anni si dedica incessantemente alla diffusione della cultura di rete ed alla formazione di specifiche figure professionali, Manager e Progettisti di Rete.

Nei nostri prossimi incontri, daremo come sempre tutti gli aggiornamenti anche relativi ai settori di riferimento. Tutto quanto comunque è sempre aggiornato sul nostro portale ASSORETIPMI (http://www.retipmi.it/pmi/) e anche sul nostro grande gruppo Linkedin RETI DI IMPRESE PMI

I nostri workshop, incontri e Caffè Delle Reti by Assoretipmi si susseguono ormai in tutta Italia, e si estendono a nuove città. 

I nostri contributi per creare e valorizzare le competenze adeguate a far nascere e consolidare le reti si ampliano in modalità esponenziale ogni giorno seguendo le dinamiche delle reti e anche anticipandole in ogni settore mercato opportunità.


Le nostre attività formative si susseguono a ritmo serrato in ogni modalità, in presenza fisica e senza limiti di fruizione grazie alle tecnologie digitali: dai tanti webinar di approfondimento (20 da Gennaio 2017 ad oggi) alla  la 6°! - edizione del Corso per Manager di Rete in e-learning più richiesto e frequentato in Italia, che è iniziato il 23 Ottobre 2017. E, di pari passo con i numeri crescenti, a Luglio 2017 si è tenuta la prima sessione in Italia di Certificazione delle competenze dei Progettisti e Manager di Rete da ASSORETIPMI e AIASCERT. 

Tutte le news sulle nostre iniziative su scala nazionale e internazionale sono comunque sempre aggiornate in tempo reale sul portale di ASSORETIPMI.

 


 

banner-mappa-reti-nw11-2016ok

 


 

SPECIALE 'CORSO MANAGER DI RETE 2017', 6° EDIZIONE 

 Start Corso 23 Ottobre 2017 | Iscrizioni aperte fino al 18 Ottobre  

52 ore in e-learning, modalità "live" e "on-demand" 

 CLICCA QUI  

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2017-678-START-gi

Il Corso si rivolge a: imprenditori/trici, reti di impresa, manager, professionisti/e, studenti, giovani e tutti coloro che vogliono acquisire, o perfezionare, le competenze specialistiche necessarie a creare e gestire reti di impresa. 

Gli associati ad ASSORETIPMI, oltre alla quota agevolata di iscrizione al Corso, disporranno di strumenti emateriali esclusivi per integrare e valorizzare la propria competenza (come l'esclusiva Mappa delle Reti d'Impresa, gli Instant Book, l'Area Progetti e l'inserimento nella Mappa dei Manager di Rete).  

Speciale:  la 6°edizione riserva condizioni eccezionali a tutti gli Under 30 e a tutti gli studenti universitari per formarsi sulle reti d'impresa, uno dei più importanti e innovativi modelli organizzativi del presente e sempre più del prossimo futuro. 


  RETI DI IMPRESE, SVILUPPO, INNOVAZIONE, INTERNAZIONALIZZAZIONE 

ASSORETIPMI è l’associazione no-profit nazionale e indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.  Non sei ancora associato ad ASSORETIPMI? CLICCA QUI   

adesioni-2018-assoretipmi-res

 

Pubblicato inNews
Foto by Geralt su Pixabay.com

ASSORETIPMI e

FONDAZIONE MARCO BIAGI 

vi invitano a:

"Innovazione e sviluppo economico:

il contributo del contratto di rete tra le imprese"

Modena, Fondazione Marco Biagi 

Largo Marco Biagi, 10 

Venerdì 10 febbraio 2017, ore 15.00

 

 

 

Convegno finale del Corso di Formazione per Manager di Rete

"Le metodologie di gestione della rete di impresa" (V edizione)

 

PROGRAMMA

15.00-15-15 Intervento introduttivo

PALMA COSTI, Assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma (in attesa di conferma)

15.15-16-15 Relazioni

La cooperazione inter organizzativa nelle Reti di Imprese
LUIGI E. GOLZIO, UNIMORE e Fondazione Marco Biagi

Lo stato dell'arte sulle Reti di Imprese
EUGENIO FERRARI, presidente ASSORETIPMI

Internazionalizzazione e Reti di Imprese
GIOVANNI RONCUCCI, Roncucci & Partners Group

La certificazione del Manager di Rete
PAOLO FIORENTINO, ASSORETIPMI
CLAUDIO MUNFORTI, AIASCERT

16.15-17.00 Testimonianze di esperienze di Reti di Imprese

MARCO VENTURI, Manager di Rete
Rete Operatech

MASSIMO TOSETTI, Manager di Rete
Rete EVOLGO Rete Imprese Carrozzerie Italia

FABIO LA GRUA, Manager di Rete
Progetto di Rete Laboratori di Analisi Cliniche

17.00 Cerimonia di consegna dei Diplomi ai partecipanti alla V edizione del Corso di Formazione per Manager di Rete

La partecipazione è libera e gratuita previa registrazione, posti limitati.

 

pulsante meeting

 

 

FOOTER-FMB-ASSO

 


 

adesioni-e-rinnovi-2017-assoretipmi-res

Pubblicato inNews
Mercoledì, 14 Settembre 2016 20:16

Innovazione a misura di piccola impresa

Innovazione a misura di piccola impresa

Quello dell'innovazione tecnologica non è un mondo per piccoli. La rete d’impresa come emblema del cambiamento organizzativo.

A cura di Carlo Pignatari, Delegato Emilia Assoretipmi, Docente per l'Innovazione al Corso di Formazione per Manager di Rete "Le Metodologie di Gestione della Rete d'Impresa" 

 

Quando si parla d’innovazione, la mente va alle grandi scoperte tecnologiche: macchine senza pilota, elaboratori con capacità di calcolo crescenti in modo esponenziale, molecole capaci di rivoluzionare la nostra esistenza. Storico in tal senso è il caso di Xerox che già agli inizi degli anni ’70 costruì lo Xerox PARC (Palo Alto Research Center Xerox) dove operavano molti dei più grandi ricercatori dell’epoca e che a fronte di generosi finanziamenti fu l'incubatore di svariati componenti dei moderni computer come il mouse, le stampanti laser, i computer desktop, e le reti Ethernet.

Si tratta di esempi frustranti per una micro o piccola impresa. Sono, infatti, per lo più il frutto di grandissimi investimenti in ricerca dei quali soltanto una piccola parte si traduce, poi, in prodotti che possono essere effettivamente lanciati sul mercato per portare un beneficio economico per ripagare gli investimenti inziali. Non è un caso che anche per lo Xerox PARC i benefici commerciali furono colti spesso da altre imprese come dalla Apple Computer che dopo averne migliorato l’usabilità trasformò il mouse visto a Palo Alto nel successo commerciale che oggi tutti conosciamo.

Gli investimenti in innovazione, si collocano in sintesi su di una dimensione e su di una scala temporale che mal si adattano a quelle di una piccola impresa costretta a eccellere nel breve e potendo contare solo su risorse scarse.

L’innovazione a misura di PMI

Accanto all’innovazione tecnologica, tuttavia, ne esiste un altro tipo che è molto più a portata della piccola impresa perché come unico investimento iniziale richiede la capacità di pensare fuori dagli schemi: l’innovazione organizzativa.

Questa tipologia d’innovazione è talmente a misura di quotidiano che tutti quanti la possiamo sperimentare quando, in mezzo al traffico, ci troviamo a affrontare una rotatoria e la compariamo con l’incrocio tradizionale.

Da tempo immemore l’uomo ha avuto il problema di fare intersecare due flussi che viaggiano in direzione tra loro perpendicolare. Il problema relativamente risolvibile finché si viaggia a piedi o in carrozza è diventato drammatico con l’arrivo delle automobili, della velocità e dell’aumento del numero dei veicoli in circolazione.

Alberto-Sordi-res600

Figura 1: Alberto Sordi alle prese con il problema della regolazione del traffico ne 'Il vigile' di Luigi Zampa, 1960

La prima risposta è stata quella dell’intervento umano. Finché il problema era relativamente circoscritto a poche grandi città e a pochi punti caldi all’interno di queste, vi era la figura del vigile urbano che interveniva per gestire il traffico e favorirne lo scorrimento.

Con l’aumentare del numero di vetture in circolazione diventa impensabile avere una  persona a ogni incrocio. Si studia così il semaforo come soluzione di tipo tecnologico. In questo caso è un apparecchio meccanico che opportunamente programmato definisce le regole e in modo alternato attribuisce il diritto di impegnare l’incrocio. 

A parte da fine anni 60 in Inghilterra, anni 80 in Francia e, buon’ultima, negli anni 90 in Italia si afferma la rotatoria come soluzione radicalmente diversa per affrontare il problema. Invertendo le tradizionali regole, chi ha impegnato la rotatoria ha la precedenza su chi vi deve entrare. In questo modo si allunga la strada a tutti e si rallenta la velocità, ma diminuiscono al contempo i tempi morti e i punti di possibile incontro con un impatto positivo sulla circolazione.

I vantaggi della rotatoria sono ben evidenziati dal grafico dei flussi di traffico che mostra come in particolare si riducano da 32 a 4 i potenziali punti di conflitto in un incrocio, ovvero quei punti utilizzati per valutare la potenziale incidentalitá di un incrocio. Il punto indica lo spazio nel quale i percorsi dei diversi flussi si incrociano, convergono o divergono, sono cioè i punti dove potrebbe avvenire una collisione. 

Soprattutto però sono i dati che testimoniano come il tasso di incidentalità diminuisca drasticamente:

– 40% di collisioni fra veicoli;

– 80% di danni alle persone;

– 90% di danni gravi e mortali;

 

Flussi-traffico-832

 Figura 2: punti di dei conflitto tra i flussi di traffico in una rotatoria e un incrocio

Inoltre, si noti come la rotatoria non richiede interventi regolatori esterni quali il vigile o il semaforo, ma dopo avere definito un corollario di regole condivise - chi impegna la rotatoria ha diritto di precedenza-, demanda agli utilizzatori stessi la possibilità di autoregolarsi scegliendo i tempi e le modalità con cui inserirsi nei flussi di traffico.

Oggi è evidente che l’avere ripensato in questo modo le intersezioni abbia portato enormi benefici sul piano economico e sociale, ma la rotatoria non è stata la prima soluzione al problema.  Ideare la rotatoria non è stato una questione di costi, ma quello di affrontare un problema uscendo dagli schemi tradizionali del pensiero. La rotatoria come l’innovazione organizzativa è un modo nuovo di affrontare un problema vecchio. Non richiede investimenti in denaro ma conoscenza dell’argomento, originalità di pensiero, predisposizione al cambiamento e cocciutaggine nel portarlo avanti anche laddove si incontrano le prime difficoltà.

Quello che si chiede alle piccole imprese oggi è questa capacità di affrontare i problemi che vivono e conoscono bene con mente aperta, senza rimanere prigionieri di vecchie logiche e senza arrendersi alle prime difficoltà che sicuramente s’incontreranno allorché si prova a operare in modo nuovo.

Per l’imprenditore tradizionale caratterizzato spesso da grandi capacità tecniche e produttive, ma da scarse competenze organizzative e manageriali,  pensare in modo innovativo alla propria impresa significa sviluppare o addirittura in alcuni casi, attivare processi di marketing o commerciali, significa accrescere il livello di competenze e professionalità interno all’azienda operando in modo sistematico sulla ricerca e selezione del personale, significa definire obiettivi e strategie misurabili per la propria impresa e tanto altro.

La rete d’impresa come emblema del cambiamento organizzativo

Pensate però ora alla rete di imprese. Cos’è, se non un nuovo modo di organizzare il lavoro? Si tratta di stare sul mercato e al tempo stesso di potere decidere del proprio lavoro e nella propria azienda senza sottostare a vincoli dettati da altri. Come per la rotatoria si richiede di pensare in modo differente. I vantaggi anche in questo caso sono evidenti: possibilità di risparmiare sugli acquisti, maggiori risorse da investire grazie allo sforzo comune, maggiori competenze e conoscenze da scambiare per consentire a ciascuno di specializzarsi sulle ciò per cui più è portato. Però, come la rotatoria, la rete d’imprese impone in prima battuta uno sforzo e un’apertura verso l’innovazione e il cambiamento. Come la rotatoria per operare in rete non sono richieste risorse economiche maggiori, ma un radicale cambiamento del nostro modo di pensare.

 

Costruire una rete significa definire una strategia comune

Il piccolo imprenditore che ha spesso costruito la sua azienda mettendosi in proprio, dopo avere appreso il mestiere in un’impresa di dimensioni maggiori deve invertire il senso della propria marcia. Storicamente molte delle imprese nascono, infatti, per gemmazione da un’impresa maggiore che spesso, oltre a trasferire competenze, aiutava il neo-imprenditore nei primi passi per la creazione della propria azienda. Il nuovo imprenditore guadagnava in genere in indipendenza oltre che in autostima per il fatto di potere esser finalmente ‘sul suo’. L’impresa più grande si creava un fornitore affidabile cui demandare una quota di rischio pur mantenendone in gran parte il controllo sull’operatività.

Ragionare in un’ottica di rete impone di invertire la tendenza alla disgregazione che era insito in questo processo storico che è alla base della nostra imprenditoria. Laddove la direzione andava dal grande verso il piccolo, dall’uno verso la frantumazione nella piccola o micro impresa, ora si chiede di avviare un percorso contrario.  Già questa sommaria considerazione dovrebbe farci comprendere quanto sia difficile e quanto sia intrinsecamente innovativo fare rete d’impresa.

La rete d’impresa anche se non limita la libertà del singolo in quanto impresa, impone comunque spazi e tempi dove discutere di strategie comuni e modalità di integrazione che non esistevano nel modo di operare tradizionale. Come la rotatoria la rete chiede a ciascuno di fare un po’ più di strada perché alla fine tutti ne traggano beneficio. Chiede di condividere obiettivi e strategie perché se queste sono note a tutti e condivise, ciascuno potrà portare al meglio il proprio contributo.

 

Costruire la rete in modo consapevole

Anche la rete inoltre, come la rotatoria, è un sistema che si auto organizza e che demanda agli utilizzatori medesimi la possibilità di definire le regole nonché i tempi di entrata e di uscita.

Laddove la società tradizionale ha un pregresso che impone prassi di governo ampiamente consolidate, grazie alla sua recente affermazione attraverso l’istituto del contratto di rete, lascia agli attori stessi la possibilità stabilire insieme le proprie regole. Le imprese che partecipano sono anzi espressamente chiamate a impegnarsi per definire obiettivi e livello di ambizione di tali obiettivi.  Si può fare una rete per migliorare un singolo processo o per migliorarli tutti insieme, si può fare una rete per aggiungere un ramo di business a quello delle aziende esistenti o perché la rete comporterà un modo nuovo di ripensare a ciascuna impresa. 

Il cambiamento è radicale perché cambiare il proprio punto di vista sulle cose è spesso altrettanto arduo quanto individuare risorse che non ci sono. Anche l’innovazione organizzativa è pertanto difficile da affrontare, ma non per carenza di risorse, quanto per desuetudine al cambiamento. Per questo spesso è indispensabile che l’innovazione si realizzi in azienda con l’introduzione di nuove figure quali i manager temporanei o i manager di rete, o ancora, occorre avere la possibilità di essere aiutati da esperti della gestione del cambiamento. 

ASSORETIPMI con il suoi oltre 400 manager di rete formati nel corso degli anni attraverso il  Corso per  Manager di Rete  gestito insieme alla Fondazione Marco Biagi è una risorsa fondamentale per supportare la nascita e lo sviluppo di reti di successo.

 

 


 

banner-mappa-reti-di-impresa-assoretipmi-new-version

Reti di Imprese, Innovazione, Internazionalizzazione. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.  

Per partecipare alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI 

Sono attive le preadesioni valide già da ora fino al 31.12.2017.  

banner-mani-assoretipmi  

Pubblicato inNews
Lavoro, i quattro profili dei Manager del futuro, competenze e contaminazioni

Innovation manager, Temporary manager, Export manager e Manager di Rete: secondo Federmanager sono i quattro nuovi profili che si affermeranno nel mondo del lavoro nel futuro.

 

 

 

 

 

 

 

A questo articolo pubblicato da Federmanager, che condividiamo con grande interesse, aggiungiamo un ulteriore elemento significativo: la positiva contaminazione che sempre più avviene tra specificità altamente qualificate in ambiti settoriali diversi, modalità di fruizione delle stesse sul mercato del lavoro e convergenza verso le dinamiche aggregative e di cooperazione tra imprese.

Infatti, dal nostro punto di osservazione delle esigenze espresse e competenze richieste dalle imprese per operare con successo in uno scenario senpre più sfidante, in particolare PMI e sempre più aggregate in rete, notiamo che i profili con competenze altamente specialistiche (come gli innovation manager e gli export manager, ad esempio) tendano a introdurre nel loro modus operandi anche elementi di flessibilità contrattuali (come quelli dei temporary manager) ma, soprattutto, convergano sempre più verso l'arricchimento delle proprie competenze con skills hard & soft mirati alla creazione e alla gestione di aggregati di imprese, come quelle proprie del Manager di Rete.

Dal lato dei Manager di Rete, per noi che ne abbiamo già qualificati 450 insieme alla Fondazione Universitaria Marco Biagi, sta avvenendo anche il processo inverso di pari passo con la crescita delle reti di impresa (verso quota 3.000 contratti di rete, con circa 15.000 imprese in tutte le regioni d'italia e in ogni settore): quello di acquisire ulteriori competenze, o perfezionare quelle già acquisite, rivolte a settori ed ambiti specifici ad alta crescita sia in una logica temporale presente che futura, in base ai programmi di sviluppo e agli obiettivi delle stesse reti di impresa (internazionalizzazione, innovazione di processo e di prodotto, industria 4.0, ad esempio).

Non a caso nella 5° edizione del Corso per Manager di Rete che partirà il prossimo 3 ottobre - 52 ore virtuali, 13 moduli in e-learning - abbiamo ampliato il modulo Internazionalizzazione a 8 ore in virtù delle esigenze espresse crescenti sia dal mondo imprenditoriale che da quello professionale.

E' inoltre in fase di completamento da parte di ASSORETIPMI la procedura di Attestazione e Certificazione dei Manager di Rete.

 

Vai all'articolo in originale 

Vai al Corso per Manager di Rete 5° edizione

 


 

NEW !!! CORSO PER MANAGER DI RETE | 5°Edizione | Start 3 Ottobre 2016

ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 30 SETTEMBRE  CLICCA QUI

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2016-678-MF

banner-mappa-reti-di-impresa-assoretipmi-new-version

BANNER-SEARCH-MANAGER-DI-RETE

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri. 
Per diventare associato di ASSORETIPMI VAI QUI   

banner-mani-assoretipmi

Pubblicato inNews
Arriva la 5°Edizione del CORSO per MANAGER di RETE | Assoretipmi e Fondazione Marco Biagi

2017: E' IN ARRIVO LA 6°EDIZIONE!!!!

A BREVE L'ANNUNCIO 

ASSORETIPMI e la

  Fondazione Universitaria Marco Biagi

annunciano la 5° Edizione del

 "CORSO DI FORMAZIONE

PER MANAGER DI RETE"

Le Metodologie di Gestione della Rete di Impresa.

Corso erogato in modalità e-learning

CorsoManRete

 

Iscrizioni aperte fino al 30 Settembre | Start Corso 3 Ottobre 2016

  

Progettare, costruire e gestire Reti di Imprese.

A seguito della fase di pre-iscrizione, il corso ha raggiunto il numero di partecipanti necessario alla sua attivazione.

Sono pertanto aperte fino al 30 Settembre le iscrizioni al Corso di Formazione per Manager di Rete "Le Metodologie di Gestione della Rete d'Impresa" di ASSORETIPMI in collaborazione con la Fondazione Universitaria Marco Biagi che si terrà a partire dal 3 ottobre 2016.
Chi ha già effettuato la pre-iscrizione riceverà a breve le indicazioni per completare l'adesione al Corso con il pagamento della quota residua.

Il corso sarà erogato in modalità e-learning - 13 moduli per 52 ore totali, di cui 8 ore sull'Internazionalizzazione - per favorire soprattutto tutti coloro che per esigenze lavorative o altre situazioni personali non potrebbero altrimenti avvicinarsi a corsi di questo livello. Con tutti i vantaggi immediati che questo tipo di formazione può dare: fruibilità a distanza, possibilità di interagire in diretta con i docenti, possibilità di usufruire di tutti i materiali e delle lezioni registrate, risparmio di tempi e soprattutto dei costi di trasferta.

Il Corso si rivolge a: imprenditori/trici, reti di impresa, manager, professionisti/e e tutti coloro che vogliono acquisire, o perfezionare, le competenze specialistiche necessarie a creare e gestire reti di impresa.

Il Manager di Rete, insieme all'Innovation, al Temporary e all'Export manager, è tra i quattro profili che secondo Federmanager si affermeranno sempre più nel mondo del lavoro del futuro. 

Ricordiamo che, per chi frequenterà il Corso in qualità di Associato ad ASSORETIPMI, oltre alla quota agevolata di iscrizione al Corso, disporrà di strumenti e materiali esclusivi per integrare e valorizzare la propria competenza (come l'esclusiva Mappa delle Reti d'Impresa, gli Instant Book, l'Area Progetti, l'Action Plan Italia e l'inserimento nella Mappa dei Manager di Rete). 

Crediti Formativi per Consulenti del lavoro, Avvocati, Commercialisti ed Esperti Contabili.

Procedura di Certificazione del Manager di Rete

 

pulsante-azzurro-leggi-tutto-blue

pulsante-azzurro-programma

pulsante-azzurro-iscrizione

 

CREDITI FORMATIVI 

La partecipazione al corso potrà dare diritto all’acquisizione di crediti formativi ai fini della formazione continua di Consulenti del lavoro, Avvocati, Commercialisti ed Esperti Contabili. 
Prime delibere dagli Ordini:

L'Ordine dei Commercialisti di Modena ha deliberato in data 22.06.2016 di riconoscere la richiesta di accreditamento del corso per 1 credito all’ora. 

L'Ordine degli Avvocati di Modena ha deliberato in data del 28.06.2016 di riconoscere 10 crediti.

Il Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Modena ha deliberato in data 31.08.2016 di riconoscere 2 crediti per ogni lezione frequentata.

Introduzione

Il corso è il risultato della collaborazione tra ASSORETIPMI, associazione senza fini di lucro che ha lo scopo di promuovere lo sviluppo imprenditoriale attraverso la nascita e lo sviluppo delle reti di imprese e la Fondazione Marco Biagi, operante nella ricerca e nella formazione universitaria e post universitaria riguardante il lavoro nelle sue molteplici accezioni.

Le reti di impresa oggetto del corso sono le forme di aggregazione tra imprese formalizzate nel contratto di rete (legge n. 33/2009), in crescita costante.

Al 3 Settembre 2016 InfoCamere ha registrato 3.056 contratti di rete, presenti in tutte le regioni di Italia, che coinvolgono 15.443 imprese in tutti i settori e le zone d'Italia, certificando lo sviluppo notevole del fenomeno.

La quinta edizione del corso si legittima per il gradimento e il successo registrati nelle prime quattro edizioni e per l’interesse dimostrato dai potenziali partecipanti.
 

DESTINATARI DEL CORSO

Il corso si rivolge a:

  • il libero professionista (avvocato, commercialista, consulente del lavoro), per il quale il corso offre una ulteriore opportunità professionale, ovvero un nuovo servizio di consulenza da proporre ai propri clienti: la costituzione della rete di impresa;
  • l’imprenditore di piccola e media impresa, il quale attraverso il corso può sviluppare le competenze necessarie per decidere consapevolmente se mettersi in rete e, in caso positivo, per svolgere direttamente il ruolo di manager della rete, come mostra le realtà empirica;
  • il manager di rete, per il quale la rete è un’opportunità professionale.
  • le reti di imprese tutte, e in particolare quelle in formazione e fase di start-up, per acquisire modalità e best practices costitutive, organizzative, strategiche e gestionali.

OBIETTIVI:

 Il corso si propone di:

  • trasmettere le conoscenze sugli aspetti giuridici, tecnologici e gestionali della forma organizzativa e del contratto di rete attraverso un approccio interdisciplinare;
  • sviluppare le capacità decisionali relative ai problemi legati alla forma organizzativa di rete, approfondire i contenuti del Contratto di Rete, analizzare la definizione di accordi stabili ed efficienti, supportare la concreta realizzazione della rete;
  • affrontare temi specifici della forma e del contratto di rete riguardanti le imprese di produzione e quelle di servizi.

Gli obiettivi didattici sono perseguiti attraverso l’erogazione dei moduli base (comuni a tutti i partecipanti) e di quelli specialistici, relativi a temi specifici delle imprese di produzione e di servizi.

Il corso è erogato in modalità e-learning, potrà essere seguito comodamente da ogni zona d'Italia o dall'estero e consentirà di scaricare tutti i video, gli mp3 e le slide delle lezioni registrate.

Al termine del corso è previsto un convegno nell’ambito del quale saranno presentate alcune testimonianze di esperienze emblematiche (le best practices) del contratto di rete, oltre alla consegna dei diplomi di partecipazione al corso. 

 

 P R O G R A M M A

 

B01 Modulo 1. Dalla forma a rete al contratto di rete. (4 ore)
Docenti: Prof. Luigi Golzio e Avv. Donato Nitti 
La forma organizzativa della rete tra imprese come alternativa alla crescita per via interna ed alla esternalizzazione. I criteri di convenienza: costi di produzione e costi di transazione. L’individuazione dei benefici per i partner della rete.
Le tipologie delle reti di impresa (del sapere, con lo scambio di informazioni e di know-how; del fare, con lo scambio di prestazioni; del fare insieme con progetti di investimento comuni). Il contratto di rete: la legge n.33/2009 e successive integrazioni. Vincoli ed opportunità.                                              

b6 Modulo 2. La formazione degli accordi sottostanti il contratto di rete. Prevenzione e gestione dei conflitti interni alla rete. La mediazione e l’arbitrato. (6 ore) 
Docenti: Prof. Luigi Golzio, Avv. Donato Nitti, Prof. Francesco Basenghi 
La negoziazione integrativa nella prospettiva del parternariato. L’accordo di rete: il cosa ed il come degli accordi equi, stabili ed efficienti; la prevenzione dei comportamenti opportunistici. 
I limiti dei correnti contratti di scambio delle risorse tra le imprese nella contrattualistica interna della rete. 
Il distacco dei lavoratori e la codatorialità nelle reti di imprese. La formalizzazione delle regole interne: le varie forme applicative del revenue sharing. 
La gestione degli eventuali conflitti tra i partner della rete. La mediazione: la regolamentazione giuridica, i vantaggi, le tecniche di conduzione di una procedura. L'arbitrato interno e internazionale: le procedure, i tempi e i costi dell'arbitrato ad hoc e dell'arbitrato amministrato.

b5 Modulo 3. Il ruolo del manager di rete. La formulazione del piano strategico di rete (4 ore)
Docente:  Ing. Gilda Massa 
Il manager di rete: le aspettative e le tensioni di ruolo. Il manager nel ciclo di vita della rete. Le competenze e la leadership del manager di rete. Case History. Gli obiettivi strategici di una rete d’impresa, Le scelte di posizionamento del prodotto/servizio, mercato e tecnologie ed i contributi dei partner della rete. La Prime Directive del piano strategico di rete: il valore del prodotto/servizio per unità di prezzo pagato. Case History.

B02 Modulo 4. L’internazionalizzazione della rete. (8 ore) 
Docente: Dott. Giovanni Roncucci
Le strategie di internazionalizzazione: gradual global or born to global. La rete come strumento di aggregazione di imprese per affrontare i mercati internazionali. 
Le modalità di internazionalizzazione delle reti. La figura del project manager per l’internazionalizzazione. Gli strumenti e le fonti disponibili per la ricerca di business partner in contesti internazionali (Europa, Oriente, Americhe, Africa). Le tipologie più comuni di collaborazione commerciale internazionale. Le tipologie contrattuali più comuni e le garanzie (operative e finanziarie) da richiedere. Le opportunità di finanziamento di progetti di internazionalizzazione di una rete di impresa.
 

b7 Modulo 5. La gestione finanziaria della rete. (4 ore) 
Docente: Prof. Stefano Cosma 
 
Il costo del capitale: dal costo per l’impresa al costo per la rete. Il costo delle varie forme di finanziamento: prestito, autofinanziamento (equity interno) ed equity esterno. Modelli di valutazione e di pricing per il finanziamento delle reti. Il costo medio del capitale: il Weighted Average Cost of Capital (WACC). 

b8 Modulo 6. La contabilità della rete e il regime fiscale. (4 ore) 
Docente: Dott. Umberto Bernardi
Il sistema di contabilità in rete nelle piccole e medie imprese. Il trattamento dell’IVA. La contabilità fiscale di rete. Le agevolazioni fiscali previste dalla normativa alle imprese aderenti ad un contratto di rete e le modalità per accedervi. La sospensione di imposta sugli utili di esercizio  accantonati ad apposita riserva  destinati al fondo patrimoniale per la realizzazione degli investimenti previsti dal programma di rete. 

b9 Modulo 7.  L'innovazione e la Rete d’Impresa. (4 ore) 
Docente: Dott. Carlo Pignatari  
Fare rete è innovativo. Si fa rete per innovare. Approcci all’innovazione per le reti e per le piccole imprese. Gli elementi che guidano il processo di innovazione per una rete. La specializzazione nelle filiere produttive, il ruolo della conoscenza e dei valori intangibili, l’open innovation come opportunità per le PMI e i cambiamenti organizzativi che la forma di rete impone. I temi dell’innovazione. Le misure per finanziare l’innovazione. Gli elementi che caratterizzano la descrizione di un progetto di innovazione.

B03 Modulo 8. Innovazione e proprietà intellettuale nella rete di impresa. (2 ore) 
Docente: Avv. Donato Nitti 
La proprietà intellettuale: definizioni e contenuti. Le differenze e le interferenze tra i meccanismi di protezione dell'innovazione tecnologica (brevetti, software), commerciale (marchi, design) culturale (opere d'arte). Lo sfruttamento della proprietà intellettuale nelle reti. L'uso in rete della proprietà intellettuale preesistente (i.e. di cui siano titolari le imprese in rete) e titolarità e uso della proprietà intellettuale acquisita (i.e. sviluppata durante il perseguimento degli obiettivi strategici): licenze incrociate; accordi tra contitolari; clausole per regolare diritti e obblighi in caso di scioglimento parziale o totale della rete. 

b10 Modulo 9. La rete tra le imprese di produzione: l’ottimizzazione dei flussi produttivi e logistici. (4 ore) 
Docente: Ing. Gilda Massa
La distribuzione delle forniture tra i partner e la gestione delle incertezze: l’ottimizzazione delle scorte, dei trasporti e del servizio al cliente.
Le contromisure a fronte delle inadempienze dei partner. Le metodologie e gli strumenti di ottimizzazione: il linear programming, Simplex. Mixed Integer Programming. Branch and Bound. 

B04 Modulo 10.  La rete tra imprese di servizi. ( 4 ore) 
Docente: Prof. Luigi Golzio 
La rete nei servizi: la replicazione del format sfruttando le economie di scala tra imprese che offrono lo stesso servizio in mercati diversi. La rete tra imprese di produzione ed imprese di servizi: oltre la semplice esternalizzazione.

b11 Modulo 11. I sistemi  informatici per la gestione operativa della rete. (2 ore) 
Docente:  Ing. Gilda Massa 
L'ICT come leva di collaborazione tra i partner della Rete d'Impresa. Le soluzioni proposte per risolvere le complessità delle interazioni tra i partner di Rete. Buy, MakeSaS. I dati e la loro gestione in Rete. Un paradigma di configurazione disponibile del sistema informatico di gestione operativa. Panorama di quanto offerto dal mercato. 

b12 Modulo 12. Il finanziamento dell’espansione della rete. (4 ore) 
Docente: Prof. Stefano Cosma
I criteri di valutazione dei progetti di espansione della rete di impresa. Il progetto di lancio operativo della rete. I metodi di valutazione quantitativa del rischio economico dei progetti di espansione della rete. I metodi di contenimento del rischio economico: opzioni reali e finanziarie. I vantaggi di flessibilità offerti dalla rete di impresa. La richiesta del finanziamento bancario di un progetto di espansione della rete: la valutazione della capacità della rete di attuare il progetto di espansione (un paradigma di business plan del progetto di espansione della rete). 

b5 Modulo 13. Il Marketing e la comunicazione di rete (4 ore)  
Docenti: Dott.ssa Monica Franco, Dott.ssa Elena Codeluppi
La rete di impresa come sistema “multiprodotto” e “multimercato”. Il Piano di Marketing: obiettivi, mercati di riferimento, strategie di posizionamento. L’Audit interno ed esterno. Il web e digital marketing. Il branding della rete. La comunicazione interna ed esterna. 
La comunicazione della rete nel web: le relazioni tra soggetti attivi per produrre contenuti efficaci. La scelta dei canali di comunicazione. I social network. La definizione dei confini della rete nella comunicazione: come gestire e conciliare la singole identità in rete e  l’identità di gruppo, di collettivo.

 

convegno finale 

Al termine del corso è previsto un convegno in occasione del quale saranno presentate delle esperienze emblematiche di contratti di rete di imprese di produzione e di servizi. Al termine del convegno saranno consegnati i diplomi di partecipazione al corso.

 

didattica: e-learning e personalizzazione del corso. 

Il corso sarà erogato attraverso una funzionale e sperimentata piattaforma e-learning via Internet, la quale consentirà:
-  al docente di tenere le lezioni virtuali (utilizzando l'ambiente di classe virtuale);
- al discente di assistere in diretta alle lezioni (modalità live) intervenendo e ponendo domande in tempo reale al docente, o in remoto (modalità on demand) visionando la lezione registrata, di accedere ai materiali didattici.
 

Il contatto virtuale tra studente e docente avverrà via e-mail, forum, e chat durante le lezioni.

La metodologia didattica a distanza, nella modalità più avanzata costituita dall’e-learning, presenta  i seguenti vantaggi: 

  • la massima personalizzazione della partecipazione al corso dei discenti (persone impegnate quotidianamente nelle attività professionali e lavorative), i quali potranno scegliere tra la partecipazione in diretta (modalità live) dal posto di lavoro, quando il docente eroga la lezione; a distanza (modalità on demand), visionando la registrazione della lezione) dal posto di lavoro o da casa nei tempi ritenuti più consoni;
  • la possibilità di interagire con: il docente ed i partecipanti (nella modalità live durante l’erogazione della lezione); il solo docente attraverso l’e-mail; i partecipanti nella modalità forum, al di fuori della lezione;
  • il contenimento dei costi nelle due modalità a distanza (live e on demand), i quali sono costituiti dai soli costi di iscrizione perché sono assenti quelli relativi alla trasferta. 

I minimi requisiti tecnici richiesti per i computer che accedono alle piattaforma e-learning sono i seguenti: 

  • processore a 1.6 GHZ (o superiore) o analogo;
  • almeno 512 MB di RAM
  • almeno 2 Gb di spazio disco
  • sistema operativo Windows. L'accesso al portale e-learning è garantito anche per Sistemi Operativi Mac Os-X e Linux, sebbene le performance per l'accesso ai sistemi di videocomunicazione non sono totalmente garantite per questi Sistemi Operativi;
  • browsers: Microsoft Internet Explorer 7.0, Mozilla Firefox 3.0, Safari 4.0;
  • risoluzione video a 1024 x 760 (preferibile al 800x600)
  • connessione di rete tipo ADSL. Assenza di firewall o protezioni che impediscano l'apertura sul vostro computer di porte logiche aggiuntive rispetto alla porta 80. Nel caso di computer collegati ad Internet a mezzo di Rete locale-LAN, verificate con il vs. gestore di rete questa caratteristica tecnica. 

DOCENTI 

I docenti sono costituiti da professori universitari, che hanno fatto ricerca sul contratto di rete nelle rispettive discipline scientifiche, e da professionisti e manager di impresa che hanno maturato  esperienze gestionali sul contratto di rete. 

Prof. Francesco Basenghi 

Professore di Diritto del lavoro,Università di Modena e Reggio Emilia 

Dott. Umberto Bernardi 

Dottore Commercialista in Modena e Revisore legale. 

Dott.ssa Elena Codeluppi 

Consulente in comunicazione aziendale e social network 

Prof. Stefano Cosma 

Professore di Economia degli Intermediari Finanziari, Università di Modena e Reggio Emilia 

Dott.ssa Monica Franco 

Esperta di marketing di rete e comunicazione. Vicepresidente Assoretipmi.

Prof. Luigi Golzio 

Professore di Organizzazione Aziendale, Università di Modena e Reggio Emilia. Coordinatore e tutor del corso. 

Ing. Gilda Massa 

Ricercatrice sui sistemi gestionali. Esperta sui sistemi  informatici per le reti di impresa. 

Avv. Donato Nitti 

Dottore di ricerca in Diritto Privato Comparato, Mediatore, esperto di contratto di rete, proprietà intellettuale e contratti internazionali. 

Dott. Carlo Pignatari 

Esperto di innovazione e sviluppo organizzativo per le PMI e le Reti d'impresa

Dott. Giovanni Roncucci

Presidente Roncucci & Partners, società di business development internazionale specializzata nel progettare e realizzare percorsi di internazionalizzazione d’impresa

 

MATERIALE DIDATTICO 

Il materiale didattico è costituito dalle slides utilizzate dal singolo docente durante la lezione virtuale, da articoli o parti di testi, casi aziendali, disponibili sul server e scaricabili dai partecipanti.

 

DURATA E SEDE DEL CORSO 

Il corso ha la durata complessiva di 52 ore virtuali.

Le lezioni si terranno, a partire dal 3 Ottobre 2016, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì per due ore dalle 18 alle 20, tutte le settimane fino alla metà di dicembre 2016. 

FREQUENZA

L’attestato di partecipazione al corso verrà rilasciato solo a chi avrà frequentato/visionato il 70% del totale delle ore di lezione. Sono quindi concesse un massimo del 30% di ore di assenza.
Per poter rilevare le presenze ai fini dell'attestazione finale (e della certificazione dei Crediti Formativi attribuiti dagli ordini sopra descritti) è necessario visionare le lezioni in una delle seguenti modalità:
1) In aula virtuale – diretta on line;
2) In modalità streaming attraverso le lezioni messe a disposizione sul portale del corso.

Non è possibile rilevare la presenza delle lezioni scaricate e visionate sul proprio computer. La visione delle lezioni in questa modalità non viene conteggiata come presenza al corso.
 

 COSTI, MODALITA’ DI ISCRIZIONE E PAGAMENTO

Il costo di iscrizione (esente IVA e comprensivo di marca da bollo di 2 euro) è di:

  • Euro 500,00 (cinquecento) per i non associati
  • Euro 430,00 (quattrocentotrenta)  per gli Associati ad ASSORETIPMI
    (se non sei ancora nostro Associato VAI QUI sono già attive le preadesioni 2017 valide già da ora fino al 31.12.2017)

Il costo di iscrizione include l’erogazione di 52 ore lezioni virtuali, il materiale didattico (note, casi aziendali, le slides della lezione, ecc.) da scaricare in download, e la post produzione delle lezioni video registrate per renderle disponibili nella modalità on demand; il tutoraggio durante il corso.
A ciascun partecipante sarà rilasciata regolare fattura.

Modalità di iscrizione e pagamento

A seguito della fase di pre-iscrizione, il corso ha raggiunto il numero di partecipanti necessario alla sua attivazione.

Dal 19 al 30 settembre 2016 è possibile procedere alla Iscrizione attraverso la compilazione del modulo on line ed il versamento della quota di iscrizione (clicca sul pulsante blu sottostante).
Chi ha già effettuato la pre-iscrizione riceverà a breve una email con i dati necessari al versamento della quota residua.

Il pagamento dovrà pervenire entro e non oltre venerdì 30 Settembre tramite bonifico bancario (intestato a Fondazione Marco Biagi) utilizzando le seguenti coordinate bancarie: IBAN IT 36 X 02008 12930 000008722454.
Si prega di indicare nella causale del bonifico: " nome e cognome del partecipante - Corso Manager Rete" per cui si effettua il pagamento e di anticiparlo via mail insieme al CRO a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Per l’emissione della fattura (con data di ricezione del bonifico) saranno utilizzati i dati richiesti e dichiarati nel modulo di pre-iscrizione. 

Qualora si riscontrassero dei ritardi nei pagamenti non potrà essere garantito il rilascio delle credenziali di accesso al portale del corso per frequentare la prima lezione.

 

pulsante iscrizione

 

CONTATTI:

Per informazioni amministrative (pagamenti, fatture, etc): contattare la dott.ssa Arianna Di Iorio al numero 059/2056031 oppure via mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Per informazioni organizzative e sui contenuti del corso: contattare la dott.ssa Carlotta Serra al numero 059/2056032 oppure via mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

oppure contattare ASSORETIPMIQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Eugenio Ferrari, Presidente: 348 2610825;
Monica Franco, Vicepresidente: 348 4525093.

Se non sei ancora associato ad ASSORETIPMI VAI QUI  sono già attive le preadesioni 2017 valide già da ora fino al 31.12.2017.

CERTIFICAZIONE DEL MANAGER DI RETE

Come è noto ASSORETIPMI ha iniziato un percorso per la certificazione delle competenze delle figure professionali coinvolte nella creazione e nella gestione di Reti d’Imprese (Progettista e Manager di Rete). Alla conclusione della 5° edizione del Corso per Manager di Rete sarà istituita una sessione di esame facoltativa per la verifica dell’apprendimento. Maggiori informazioni e dettagli sull'esame facoltativo e sul percorso di Certificazione saranno forniti a breve in una comunicazione dedicata.

 

CorsoManReteHeader

 

 FBiagiGallery

 


banner-mappa-reti-di-impresa-assoretipmi-new-version

BANNER-SEARCH-MANAGER-DI-RETE

      Reti di Imprese, Innovazione, Capitale Umano. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.  

Per diventare associato di ASSORETIPMI VAI QUI, preadesioni 2017 già attive!

banner-mani-assoretipmi    

Pubblicato inNews

L'accesso a quest'area è riservato agli Associati di ASSORETIPMI Login con Nome utente e Password

Non sei ancora associato? aderisci ora! 


ASSORETIPMI e la  Fondazione Universitaria Marco Biagi annunciano la 

6° Edizione del  "CORSO DI FORMAZIONE PER MANAGER DI RETE"

"Le Metodologie di Gestione della Rete di Impresa"

 Start Corso 23 Ottobre 2017 | Iscrizioni aperte fino al 18 Ottobre

52 ore in e-learning, modalità "live" e "on demand"

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2017-678-START-gi
  

  RETI AL TOP! 

scopri la nuova sezione dedicata alle Reti di Impresa associate clicca qui

topnews02-reti-al-top


banner-mappa-reti-nw11-2016ok


slider-webinar-retidimpresa-streaming-678


 INFOGRAFICA-SONDAGGIO-DEF-gi


Come associarsi ad ASSORETIPMI

Aderire ad ASSORETIPMI vuol dire entrare a far parte di una grande rete di persone e relazioni di valore capace di cogliere le esigenze e sviluppare le opportunità che il mercato esprime. Sono attive le Pre-adesioni valide già da ora per tutto il 2018!
Scopri 
tutti i vantaggi e le modalità! CLICCA QUI   

adesioni-2018-assoretipmi-res

ASSORETIPMI è l’associazione no-profit nazionale e indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI,la più grande community italiana sull'aggregazione che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.


  

 

banner-mani-assoretipmi

Pubblicato inFooter
5 Febbraio, Bologna: 1°MEETING NAZIONALE 2016 dei DELEGATI ASSORETIPMI
Il meeting di fine anno 2015 e inizio anno 2016 di Assoretipmi, l'associazione Italiana indipendente che  persegue lo sviluppo della cultura delle Reti di Imprese e più in generale di ogni forma di aggregazione per supportare la crescita delle PMI Italiane, si è svolto quest'anno il 5 Febbraio presso l'Hotel My One di Bologna.
 
Una sede ormai "storica" per i nostri meeting nazionali, ma che dal prossimo meeting dovrà forse subire uno spostamento in un'altra location. Sono infatti oggi ben 64 i Delegati operativi tra Italia ed estero, che rappresentano oltre 70 Delegazioni territoriali. E siamo solo ad inizio anno, con un trend di crescita esponenziale dell'associazione visti gli ambiziosi traguardi e il grande numero di iniziative che sono state preannunciate durante la giornata di lavoro.
 
Si tratterà infatti di affrontare un calendario ancora più fitto e corposo degli anni precedenti di workshop, incontri, creazione di Sportelli di rete, Corsi di Formazione in e-learning ed in aula, e tanto altro ancora.  Al centro del focus delle attività associative e di tutti i DELEGATI TERRITORIALI, ci sono ovviamente le Reti di imprese in tutte le diverse sfaccettature. Attenzione particolare è stata data nel coinvolgimento sempre più intensivo dei SOCI EFFETTIVI in tutte le attività che, a partire dall'anno in corso, potranno affiancare proattivamente i propri Delegati di riferimento nell'apertura di nuovi Sportelli di Rete e nell'organizzazione di Corsi di Formazione.
 
Questo perchè la conoscenza dei meccanismi della Rete si è sempre più diffusa e radicata in tutti i membri dell'associazione grazie al grande lavoro fatto anche organizzando workshop su tutto il territorio Italiano, raggiungendo il traguardo di 210 eventi nei primi 4 anni di vita che a breve l'associazione compierà, il 13 Marzo 2016. Sempre a favore dei SOCI EFFETTIVI si organizzeranno webinar di aggiornamento completamente gratuiti, mentre per i corsi di formazione verticali sui diversi settori e per il Corso per Manager di rete che organizzeremo con la Fondazione Marco Biagi i SOCI beneficieranno, come ogni anno, di particolari condizioni agevolate.
Pubblicato inNews
Pagina 1 di 5

I Cookie ci aiutano a fornirvi un servizio migliore. Cliccando su "Accetta" o continuando a navigare accettate il loro utilizzo. Privacy Policy.