LinkedinTwitterFacebook
La Mappa delle Reti d'Impresa in Italia

DELIMITATORE1

Associati ad ASSORETIPMI

SHARE THIS:

crea il tuo progetto

Associati ad ASSORETIPMI

 

DELIMITATORE1

InstantBook

SAVE THE DATE! 22 Settembre, Napoli: 1°Meeting Nazionale Centro-Sud di ASSORETIPMI

Save the date!

1° Meeting Nazionale

Centro-Sud

di ASSORETIPMI

22 settembre 2015 ore 14.00

Auditorium PICO

Via Terracina 230 – NAPOLI

 

 

 

 

La Delegazione Regionale della Campania di ASSORETIPMI, in collaborazione con le Delegazioni Regionali di Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia e Sicilia, organizza per il prossimo 22 settembre 2015, il  “1° Meeting Nazionale Centro-Sud” di ASSORETIPMI.

Tale evento vuole testimoniare l’impegno che ASSORETIPMI sta dedicando allo sviluppo delle Reti d’Impresa su tutto il territorio nazionale, con una particolare attenzione alle aree del Paese,quali la Campania ed il Centro-Sud tutto, che pur essendo ricche di realtà imprenditoriali di eccellenza oggi scontano ancora situazioni di divario rispetto ad aree più sviluppate.

Il meeting è aperto a tutte le imprese ed i professionisti che abbiano interesse ad approfondire il tema delle Reti d’Impresa, che sempre più rappresenta un’opportunità di crescita e di sviluppo per tutti i soggetti che operano sul territorio.

L’evento, che si terrà a Napoli nel pomeriggio del 22 settembre 2015, avrà al centro le testimonianze dirette delle Reti d’Impresa provenienti dalle diverse regioni del Centro-Sud e che si confronteranno tra loro e con il pubblico sui temi caratterizzanti della propria esperienza di rete.

Il Programma sarà pubblicato a Settembre.

La partecipazione è gratuita previa registrazione e fino ad esaurimento posti.

 

pulsante-meeting-678

 


 

NEW !!! CORSO PER MANAGER DI RETE | 4°Edizione | Start 19 Ottobre 

PRE-ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 22 SETTEMBRE  CLICCA QUI

Banner-4-edizione-manager-di-rete

banner-mappa-blue

 

Manager-di-rete

      Reti di Imprese, Innovazione, Trasferimento Tecnologico, Capitale Umano. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 30.000 membri.  

Per partecipare e contribuire in prima persona alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI  

banner-mani-assoretipmi

Pubblicato inNews
Arriva la 4°Edizione del CORSO PER MANAGER DI RETE | Assoretipmi e Fondazione Marco Biagi

Al via le pre-iscrizioni alla 

4° Edizione del

 "CORSO DI FORMAZIONE PER 

MANAGER DI RETE"

Le metodologie di gestione della rete di impresa.

Partenza corso: 19 Ottobre 2015

Corso in e-learning 

CorsoManRete

 

 

 

 

Sono aperte le pre-iscrizioni alla 4° edizione del Corso per Manager di Rete.

Dopo il successo delle precedenti edizioni e a grande richiesta, annunciamo la 4° Edizione del Corso di Formazione per Manager di Rete "Le Metodologie di Gestione della Rete d'Impresa", organizzato da AssoretiPMI e dalla Fondazione Universitaria Marco Biagi che si terrà a partire dal 19 Ottobre 2015.

Il Corso, come per le precedenti edizioni, sarà erogato in modalità e-learning per favorire soprattutto tutti coloro che per esigenze lavorative o altre situazioni personali non potrebbero altrimenti avvicinarsi a corsi di questo livello, potrà essere seguito comodamente da ogni zona d'Italia o dall'estero e consentirà di scaricare sul proprio PC tutti i video, gli mp3 e le slide delle lezioni registrate.

Per tutti coloro che seguiranno il Corso in qualità di Associati di ASSORETIPMI ricordiamo che, oltre a beneficiare di una quota agevolata di iscrizione al Corso, disporranno dell'utilizzo di strumenti e materiali a loro riservati che concorrono a integrare e valorizzare la propria competenza (tra cui l'esclusiva Mappa delle Reti d'Impresa, le Piazze Virtuali, gli Instant Book, l'Area Progetti e l'inserimento nella Mappa dei Manager di Rete).

 

pulsante-azzurro-leggi-tutto-blue

pulsante-azzurro-programma

pulsante-azzurro-iscrizione

 

ACCREDITAMENTO PER FORMAZIONE CONTINUA (FCO)

Come per le precedenti edizioni, sarà richiesto l'accreditamento agli ordini professionali di Avvocati, Consulenti del lavoro, Commercialisti ed Esperti Contabili di Modena.

 

Introduzione

Il corso è il risultato della collaborazione tra ASSORETIPMI, associazione senza fini di lucro che ha lo scopo di promuovere lo sviluppo imprenditoriale attraverso la nascita e lo sviluppo delle reti di imprese e la Fondazione Marco Biagi, operante nella ricerca e nella formazione universitaria e post universitaria riguardante il lavoro nelle sue molteplici accezioni.

Le reti di impresa oggetto del corso sono le forme di aggregazione tra imprese formalizzate nel contratto di rete (legge n. 33/2009).

Al 3 Luglio 2015 InfoCamere ha registrato 2.254 contratti di rete, presenti in tutte le regioni di Italia, che coinvolgono 11.454 imprese, certificando lo sviluppo notevole del fenomeno.

La quarta edizione del corso si legittima per il gradimento e il successo registrati nelle prime tre edizioni e per l’interesse dimostrato dai potenziali partecipanti.

Grafico ripartizione regionale Imprese retiste al 3 luglio 2015. 

RETI-3-LUGLIO


Il corso, rivolto a liberi professionisti, imprenditori, manager di rete e tutti gli 
stakeholder delle reti di impresa, anche in questo caso verterà sulla divulgazione di conoscenze e competenze specifiche inerenti aspetti giuridici, tecnologici e amministrativi del contratto di rete, capacità decisionali e gestionali dell’organizzazione della rete, strategie di sviluppo, di marketing e per l’internazionalizzazione, oltre agli approfondimenti sulle modalità più operative del contratto di rete stesso per quanto concerne le imprese di produzione e quelle di servizi.

DESTINATARI DEL CORSO

Il corso si rivolge a:

  • il libero professionista (avvocato, commercialista, consulente del lavoro), per il quale il corso offre una ulteriore opportunità professionale, ovvero un nuovo servizio di consulenza da proporre ai propri clienti: la costituzione della rete di impresa;
  • l’imprenditore di piccola e media impresa, il quale attraverso il corso può sviluppare le competenze necessarie per decidere consapevolmente se mettersi in rete e, in caso positivo, per svolgere direttamente il ruolo di manager della rete, come mostra le realtà empirica;
  • il manager di rete, per il quale la rete è un’opportunità professionale.
  • le reti di imprese tutte, e in particolare quelle in formazione e fase di start-up, per acquisire modalità e best practices costitutive, organizzative, strategiche e gestionali.

OBIETTIVI:

 Il corso si propone di:

  • trasmettere le conoscenze sugli aspetti giuridici, tecnologici e gestionali della forma organizzativa e del contratto di rete attraverso un approccio interdisciplinare;
  • sviluppare le capacità decisionali relative ai problemi legati alla forma organizzativa di rete, approfondire i contenuti del Contratto di Rete, analizzare la definizione di accordi stabili ed efficienti, supportare la concreta realizzazione della rete;
  • affrontare temi specifici della forma e del contratto di rete riguardanti le imprese di produzione e quelle di servizi.

Gli obiettivi didattici sono perseguiti attraverso l’erogazione dei moduli base (comuni a tutti i partecipanti) e di quelli specialistici, relativi a temi specifici delle imprese di produzione e di servizi.

Il corso è erogato in modalità e-learning, potrà essere seguito comodamente da ogni zona d'Italia o dall'estero e consentirà di scaricare tutti i video, gli mp3 e le slide delle lezioni registrate.

Al termine del corso è previsto un convegno nell’ambito del quale saranno presentate alcune testimonianze di esperienze emblematiche (le best practices) del contratto di rete, oltre alla consegna dei diplomi di partecipazione al corso. 

 

P R O G R A M M A

 

B01 Modulo 1. Dalla forma a rete al contratto di rete. (4 ore) 
Docenti: Prof. Luigi Golzio e Avv. Donato Nitti 
La forma organizzativa della rete tra imprese come alternativa alla crescita per via interna ed alla esternalizzazione. I criteri di convenienza: costi di produzione e costi di transazione. L’individuazione dei benefici per i partner della rete.
Le tipologie delle reti di impresa (del sapere, con lo scambio di informazioni e di know-how; del fare, con lo scambio di prestazioni; del fare insieme con progetti di investimento comuni). Il contratto di rete: la legge n.33/2009 e successive integrazioni. Vincoli ed opportunità.                                       

b6 Modulo 2. La formazione degli accordi sottostanti il contratto di rete. Prevenzione e gestione dei conflitti interni alla rete. La mediazione e l’arbitrato. (6 ore) 

Docenti: Prof. Luigi Golzio, Avv. Donato Nitti, Prof. Francesco Basenghi 
La negoziazione integrativa nella prospettiva del parternariato. L’accordo di rete: il cosa ed il come degli accordi equi, stabili ed efficienti; la prevenzione dei comportamenti opportunistici. 
I limiti dei correnti contratti di scambio delle risorse tra le imprese nella contrattualistica interna della rete. La formalizzazione delle regole interne: le varie forme applicative del revenue sharing. 
La gestione degli eventuali conflitti tra i partner della rete. La mediazione: la regolamentazione giuridica, i vantaggi, le tecniche di conduzione di una procedura. L'arbitrato interno e internazionale: le procedure, i tempi e i costi dell'arbitrato ad hoc e dell'arbitrato amministrato.

b5 Modulo 3. La formulazione del piano strategico di rete. Il ruolo del manager di rete (4 ore) 
Docente:  Ing. Gilda Massa 
Le scelte di posizionamento del prodotto/servizio, mercato e tecnologie ed i contributi dei partner della rete. La strategia organizzativa: i cambiamenti organizzativi e le nuove modalità di collaborazione tra i partner della rete. La Prime Directive del piano strategico di rete: il valore del prodotto/servizio per unità di prezzo pagato. 
Il manager di rete: le aspettative e le tensioni di ruolo. Le competenze la leadership del manager di rete. 

B02 Modulo 4. L’internazionalizzazione della rete. (4 ore) 
Docente: Dott. Marzio Maiocchi
La strategie di internazionalizzazione: gradual global or born to global. Gli attori e le fonti disponibili per la ricerca di business partner in contesti internazionali (Europa, Oriente, Americhe). Le linee guida sulle tipologie più comuni di contratti di collaborazione commerciale internazionale. Le garanzie (operative e finanziarie) da richiedere. Le opportunità di finanziamento di progetti di internazionalizzazione di una rete di impresa. 
 

b7 Modulo 5. L'innovazione e la Rete d’Impresa. (4 ore) 
Docente: Dott. Carlo Pignatari  
Opportunità offerte dalle reti alla innovazione, in particolare a quella pro-attiva di prodotto. Approcci alla innovazione rivolti a contenerne costi e rischio economico. L’individuazione delle esigenze latenti di mercato. La progettazione concettuale del prodotto/servizio innovativo. La raccolta degli elementi costitutivi del business plan da associare al nuovo prodotto. 

b8 Modulo 6. La contabilità della rete e il regime fiscale. (4 ore) 
Docente: Dott. Umberto Bernardi
Il sistema di contabilità in rete nelle piccole e medie imprese. Il trattamento dell’IVA. La contabilità fiscale di rete. Le agevolazioni fiscali previste dalla normativa alle imprese aderenti ad un contratto di rete e le modalità per accedervi. La sospensione di imposta sugli utili di esercizio  accantonati ad apposita riserva  destinati al fondo patrimoniale per la realizzazione degli investimenti previsti dal programma di rete. 

b9 Modulo 7. La gestione finanziaria della rete. (4 ore) 
Docente: Prof. Stefano Cosma 
 
Il costo del capitale: dal costo per l’impresa al costo per la rete. Il costo delle varie forme di finanziamento: prestito, autofinanziamento (equity interno) ed equity esterno. Modelli di valutazione e di pricing per il finanziamento delle reti. Il costo medio del capitale: il Weighted Average Cost of Capital (WACC). 

B03 Modulo 8. Innovazione e proprietà intellettuale nella rete di impresa. (2 ore) 
Docente: Avv. Donato Nitti 
La proprietà intellettuale: definizioni e contenuti. Le differenze e le interferenze tra i meccanismi di protezione dell'innovazione tecnologica (brevetti, software), commerciale (marchi, design) culturale (opere d'arte). Lo sfruttamento della proprietà intellettuale nelle reti. L'uso in rete della proprietà intellettuale preesistente (i.e. di cui siano titolari le imprese in rete) e titolarità e uso della proprietà intellettuale acquisita (i.e. sviluppata durante il perseguimento degli obiettivi strategici): licenze incrociate; accordi tra contitolari; clausole per regolare diritti e obblighi in caso di scioglimento parziale o totale della rete. 

b10 Modulo 9. La rete tra le imprese di produzione: l’ottimizzazione dei flussi produttivi e logistici. (4 ore) 
Docente: Ing. Piero Mignardi
La distribuzione delle forniture tra i partner e la gestione delle incertezze: l’ottimizzazione delle scorte, dei trasporti e del  servizio al cliente. 
Lo sfruttamento del risk pooling. Le contromisure a fronte delle inadempienze dei partner. Le metodologie e gli strumenti di ottimizzazione: il linear programming, Simplex. Mixed Integer Programming. Branch and Bound. 

B04 Modulo 10. I sistemi  informatici per la gestione operativa della rete. (2 ore) 
Docente:  Ing. Gilda Massa 
L'ICT come leva di collaborazione tra i partner della Rete d'Impresa. Le soluzioni proposte per risolvere le complessità delle interazioni tra i partner di Rete. Buy, MakeSaS. I dati e la loro gestione in Rete. Un paradigma di configurazione disponibile del sistema informatico di gestione operativa. Panorama di quanto offerto dal mercato. 

b11 Modulo 11. La rete tra imprese di servizi. ( 4 ore) 
Docente: Prof. Luigi Golzio 
La rete nei servizi: la replicazione del format sfruttando le economie di scala tra imprese che offrono lo stesso servizio in mercati diversi. La rete tra imprese di produzione ed imprese di servizi: oltre la semplice esternalizzazione.

b12 Modulo 12. Il finanziamento dell’espansione della rete. (4 ore) 
Docente: Prof. Stefano Cosma
I criteri di valutazione dei progetti di espansione della rete di impresa. Il progetto di lancio operativo della rete. I metodi di valutazione quantitativa del rischio economico dei progetti di espansione della rete. I metodi di contenimento del rischio economico: opzioni reali e finanziarie. I vantaggi di flessibilità offerti dalla rete di impresa. La richiesta del finanziamento bancario di un progetto di espansione della rete: la valutazione della capacità della rete di attuare il progetto di espansione (un paradigma di business plan del progetto di espansione della rete). 

b5 Modulo 13. Il Marketing e la comunicazione di rete (4 ore)  
Docenti: Dott.ssa Monica Franco, Dott.ssa Elena Codeluppi
La rete di impresa come sistema “multiprodotto” e “multimercato”. Il Piano di Marketing: obiettivi, mercati di riferimento, strategie di posizionamento. L’Audit interno ed esterno. Il web e digital marketing. Il branding della rete. La comunicazione interna ed esterna.La comunicazione della rete nel web: le relazioni tra soggetti attivi per produrre contenuti efficaci. La scelta dei canali di comunicazione. I social network. La definizione dei confini della rete nella comunicazione: come gestire e conciliare la singole identità in rete e  l’identità di gruppo.

CONVEGNO FINALE 

Presentazione di esperienze emblematiche e di successo del contratto di rete di imprese di produzione e di servizi da parte dei protagonisti che le hanno vissute. Consegna dei diplomi di partecipazione al corso. 
Il convegno (di quattro ore) si svolgerà a Modena presso la Fondazione Marco Biagi, non è prevista la modalità e-learning.
 

 

DIDATTICA: E-LEARNING E PERSONALIZZAZIONE DEL CORSO. 

Il corso sarà erogato attraverso una funzionale e sperimentata piattaforma e-learning via Internet, la quale consentirà: al docente di tenere le lezioni virtuali (utilizzando l'ambiente di classe virtuale); al discente di assistere in diretta alle lezioni (modalità live) intervenendo e ponendo domande in tempo reale al docente, o in remoto (modalità on demand) visionando la lezione registrata, di accedere ai materiali didattici. 

Il contatto virtuale tra studente e docente avverrà via e-mailforum, e chat durante le lezioni.

La metodologia didattica a distanza, nella modalità più avanzata costituita dall’ e-learning, presenta  i seguenti vantaggi: 

  • la massima personalizzazione della partecipazione al corso dei discenti (persone impegnate quotidianamente nelle attività professionali e lavorative), i quali potranno scegliere tra la partecipazione in diretta (modalità live) dal posto di lavoro, quando il docente eroga la lezione; a distanza (modalità on demand), visionando la registrazione della lezione) dal posto di lavoro o da casa nei tempi ritenuti più consoni;
  • la possibilità di interagire con: il docente ed i partecipanti (nella modalità live durante l’erogazione della lezione); il solo docente attraverso l’e-mail; i partecipanti nella modalità forum, al di fuori della lezione;
  • il contenimento dei costi nelle due modalità a distanza (live e on demand), i quali sono costituiti dai soli costi di iscrizione perché sono assenti quelli relativi alla trasferta.

I minimi requisiti tecnici richiesti per i computer che accedono alle piattaforma e-learning sono i seguenti: 

  • processore a 1.6 GHZ (o superiore) o analogo;
  • almeno 512 MB di RAM
  • almeno 2 Gb di spazio disco
  • sistema operativo Windows. L'accesso al portale e-learning è garantito anche per Sistemi Operativi Mac Os-X e Linux, sebbene le performance per l'accesso ai sistemi di videocomunicazione non sono totalmente garantite per questi Sistemi Operativi;
  • browsers: Microsoft Internet Explorer 7.0, Mozilla Firefox 3.0, Safari 4.0;
  • risoluzione video a 1024 x 760 (preferibile al 800x600)
  • connessione di rete tipo ADSL. Assenza di firewall o protezioni che impediscano l'apertura sul vostro computer di porte logiche aggiuntive rispetto alla porta 80. Nel caso di computer collegati ad Internet a mezzo di Rete locale-LAN, verificate con il vs. gestore di rete questa caratteristica tecnica. 

DOCENTI 

I docenti sono costituiti da professori universitari, che hanno fatto ricerca sul contratto di rete nelle rispettive discipline scientifiche, e da professionisti e manager di impresa che hanno maturato  esperienze gestionali sul contratto di rete.

Prof. Francesco Basenghi 

Professore di Diritto del lavoro,Università di Modena e Reggio Emilia 

Dott. Umberto Bernardi 

Dottore Commercialista in Modena e Revisore legale. 

Dott.ssa Elena Codeluppi 

Consulente in comunicazione aziendale e social network 

Prof. Stefano Cosma 

Professore di Economia degli Intermediari Finanziari, Università di Modena e Reggio Emilia 

Dott.ssa Monica Franco 

Esperta di marketing di rete e comunicazione. Vicepresidente Assoretipmi 

Prof. Luigi Golzio 

Professore di Organizzazione Aziendale, Università di Modena e Reggio Emilia. Coordinatore e tutor del corso. 

Dott. Marzio Maiocchi 

Amministratore di ATI Engineering s.a.r.l. Esperto in trasferimento di tecnologie e internazionalizzazione. 

Ing. Gilda Massa 

Ricercatrice sui sistemi gestionali. Esperta sui sistemi  informatici per le reti di impresa. 

Ing. Piero Mignardi 

Esperto di Supply Chain Management e di Sistemi di Gestione per le Reti di Imprese 

Avv. Donato Nitti 

Dottore di ricerca in Diritto Privato Comparato, Mediatore, esperto di contratto di rete, proprietà intellettuale e contratti internazionali. 

Dott. Carlo Pignatari 

Esperto di innovazione e sviluppo organizzativo per le PMI e le Reti d'impresa

 

MATERIALE DIDATTICO 

Il materiale didattico è costituito dalle slides utilizzate dal singolo docente durante la lezione virtuale, da articoli o parti di testi, casi aziendali, disponibili sul server e scaricabili dai partecipanti.

DURATA E SEDE DEL CORSO 

Il corso ha la durata complessiva di 54 ore, 50 delle quali costituite dalle lezioni virtuali e 4 ore dal convegno finale. 

Le lezioni inizieranno il 19 ottobre 2015 (il calendario completo sarà comunicato all’atto di comunicazione di avvio del corso), nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì per due ore dalle 18 alle 20, tutte le settimane fino a Dicembre.

Il convegno finale si terrà presso la Fondazione Marco Biagi nel mese di Gennaio 2016.

 

COSTI, MODALITA’ DI ISCRIZIONE E PAGAMENTO

Il costo di iscrizione (esente IVA e comprensivo di marca da bollo di 2 euro) è di:

  • Euro 450,00 (quattrocentocinquanta)
  • Euro 380,00 (trecentottanta) per gli Associati ad ASSORETIPMI (se non sei ancora nostro Associato VAI QUI)

Il costo di iscrizione include l’erogazione di 50 ore lezioni virtuali, la partecipazione al convegno finale, il materiale didattico (note, casi aziendali, le slides della lezione, ecc.) da scaricare in download, e la post produzione delle lezioni video registrate per renderle disponibili nella modalità on demand; il tutoraggio durante il corso.

A ciascun partecipante sarà rilasciata regolare fattura.

E’ prevista una pre-iscrizione (a partire dal 20 luglio 2015 fino al 22 settembre 2015) attraverso la sola compilazione di un modulo on line disponibile sul sito della Fondazione Marco Biagi nella pagina dedicata al corso (clicca sul pulsante blu sottostante).
Se sarà raggiunto il numero minimo di partecipanti sarà richiesta (via e-mail) la formalizzazione dell’iscrizione (dal 25 settembre 2015 al 9 ottobre 2015) con il pagamento della quota di partecipazione tramite bonifico bancario anticipato utilizzando le seguenti coordinate bancarie della Fondazione Marco Biagi (IBAN IT 36 X 02008 12930 000008722454). Si prega di indicare nella causale del bonifico il nome e cognome del partecipante per cui si effettua il pagamento.

Per l’emissione della fattura (con data di ricezione del bonifico) saranno utilizzati i dati richiesti e dichiarati nel modulo di pre-iscrizione.

 

Pre-iscrizione

 

 

Info e Contatti:

Dott. Eugenio Ferrari 
Cell. + 39 348 2610825 Skype: eugeniof1310 

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Se non sei ancora associato ad ASSORETIPMI VAI QUI  

 

CorsoManReteHeader

 

 FBiagiGallery 


banner-mappa-blue

Manager-di-rete

      Reti di Imprese, Innovazione, Trasferimento Tecnologico, Capitale Umano. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 30.000 membri.  

Per partecipare e contribuire in prima persona alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI  

banner-mani-assoretipmi    

Pubblicato inNews
14 Luglio, Napoli: “Le Reti IN Impresa”, Roadshow Campania 2015, 5°Tappa

ASSORETIPMI Campania

Roadshow Campania 2015

“LE RETI IIMPRESA

5° tappa 

14 Luglio 2015
c/o “Studio coccia & associati” 
via A. Depretis, 51 - POLO DELLO SHIPPING
- napoli

 

 

campania-5-tappa-header

 

Ore 16.30

 Saluti ai partecipanti

 

Nicola Coccia – Presidente, Polo dello Shipping

  

Ore 16.45

 Reti d’Impresa: lo stato attuale ed il ruolo di ASSORETIPMI

 

Paolo Fiorentino – Delegato regionale per la Campania di AssoretiPMI

  

Ore 17.30 

Una testimonianza dalle reti d’impresa: la rete Menocarta.net

 

 Giovanni De Vivo – Rappresentante della Rete d’Imprese

  

Ore 18.15

 Sessione di domande e risposte

  

Ore 18.30

Conclusioni

  

Roadshow Campania 2015

“Le RetiINImpresa” 

è il nome che abbiamo voluto dare a questa serie di seminari itineranti attraverso il territorio della nostra regione. L’idea nasce dalla consapevolezza che molto lavoro c’è da fare per fa rconoscere lo strumento delle Reti d’Impresa e che un modo efficace per farlo è quello di portare la conoscenza direttamente presso i protagonisti dell’iniziativa: le imprese.

AssoretiPMI è l'associazione nazionale indipendente nata dal gruppo di LinkedIn RETI DI IMPRESEPMI,da sempre impegnata nella ricerca di strumenti innovativi e adeguati al processo di cambiamento e di sviluppo attraverso l'aggregazione tra imprese quale strumento imprescindibile per lo sviluppo della nostra economia e della nostra società.

La capienza della sala è limitata. Per informazioni ed iscrizioni:

Paolo Fiorentino - Delegazione Regionale della Campania 

Uffici: Via G. Porzio Is. C2 Centro Direzionale di Napoli – 80143 Napoli
c/o IPM Edge Srl
Tel. +39 081 5629549 - Fax +39 081 5629013 Cell. +39 335 7409400
Skype: paolo.fiorentino 
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    
 
campania-5-tappa-footer                        

                     

Reti di Imprese, Innovazione, Trasferimento Tecnologico, Capitale Umano.

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 30.000 membri.

Per partecipare e contribuire in prima persona alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI

banner-mani-assoretipmi          

Pubblicato inNews
Foto di Twice25 & Rinina25 - Wikimedia Commons

Comunicato Stampa

Nuova Delegazione Provinciale per ASSORETIPMI in Campania 

 

 

 

 

 

 

 

 


7 Luglio 2015, Modena - La presenza territoriale di ASSORETIPMI in Campania si arricchisce di una nuova delegazione provinciale. Si tratta della Delegazione della Provincia di Caserta, affidata ad Eugenio Gervasio, Manager con una consolidata esperienza in aziende pubbliche e private.

“Scarsa propensione a stare assieme, ma incredibili opportunità per lo sviluppo del proprio business”. Queste sono state le parole con le quali il neo Delegato della Provincia di Caserta ha voluto sintetizzare le contraddizioni del territorio casertano, tra attese di sviluppo e gestione delle crisi di aziende e interi comparti.

“Bellezze paesaggistiche, architettoniche e monumentali” ha proseguito Gervasio “da valorizzare attraverso forti investimenti sia pubblici che privati, sostegno al turismo, alle eccellenze enogastronomiche e al prodotto tipico della cosiddetta Terra di Lavoro. E infine servizi avanzati e ritorno alla manifattura con innovazione di prodotto e processo. Su questi temi si deve sviluppare l’impulso di ASSORETIPMI per la nascita, la crescita e lo sviluppo delle realtà imprenditoriali territoriali facendo emergere necessità e vantaggi dello stare assieme e fare rete per lo sviluppo economico e sociale e per essere, quindi, veri agenti del cambiamento in un territorio difficile ma denso di sfide.”

“Con la Delegazione della Provincia di Caserta continua l’espansione di ASSORETIPMI su tutto il territorio regionale, già avviata all’inizio di quest’anno con le nuove Delegazioni di Napoli e Salerno” ha commentato Paolo Fiorentino, Delegato Regionale per la Campania di ASSORETIPMI. “Intendiamo intensificare la nostra presenza per essere sempre più vicini alle varie e differenti realtà territoriali della nostra Regione, per assecondare ed ulteriormente favorire quell’incredibile trend di crescita, che ha caratterizzato le reti d’impresa in Campania nel corso dell’ultimo anno.”

AssoretiPMI è l'associazione nazionale indipendente nata dal gruppo di LinkedIn RETI DI IMPRESE PMI, da sempre impegnata nella ricerca di strumenti innovativi e adeguati al processo di cambiamento e di sviluppo attraverso l'aggregazione tra imprese quale strumento imprescindibile per lo sviluppo della nostra economia e della nostra società.

Contatti: 

Delegazione Regionale della Campania - Paolo Fiorentino

Delegazione di Caserta - Eugenio Gervasio

 

Contatti per la stampa: 
Monica Franco 
Vicepresidente ASSORETIPMI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
Skype: monicabrain

Pubblicato inNews
14-15 Luglio: il Futuro in Rete a SMAU Firenze con AssoretiPMI. Codice VIP gratuito.

ASSORETIPMI sarà presente a  

Smau Firenze

14-15 Luglio 2015  

Fortezza da Basso - Padiglione Attico Spadolini Stand D4

 

pulsante-smau-blue

  

 

 
ASSORETIPMI, l'Associazione nazionale indipendente nata dal Gruppo di LinkedIn RETI DI IMPRESE PMI, sarà presente a SMAU Firenze dal 14 al 15 Luglio 2015 con un proprio Stand e con un Workshop dedicato all'evoluzione continua delle Reti d'Impresa. 

Siamo lieti di offrirti il Codice d'Invito VIP per usufruire dell'ingresso all'evento e del servizio di "personal shopper"*

                   Codice d'Invito VIP gratuito9630724158  clicca qui per iscriverti

 
WORKSHOP  - Mercoledì 15 luglio alle ore 12.00 in Arena Fabbrica 4.0

"IL FUTURO RIPARTE DALLE RETI. DALLA VISION AI RISULTATI"

Relatore: Eugenio Ferrari Presidente ASSORETIPMI - Interventi di Esperti di Reti di ASSORETIPMI 

Al 6 giugno 2015 InfoCamere ha registrato 2.208 contratti di rete, presenti in tutte le regioni di Italia, che coinvolgono 11.158 imprese, certificando lo sviluppo notevole del fenomeno.
Sempre di più, in questo delicato momento di trasformazione della società e dell'economia, le Reti di Imprese rappresentano il modello organizzativo che può portare un concreto sviluppo alle piccole e medie Imprese Italiane - nell'ICT e in molti altri settori - valorizzando il know-how di cui sono portatrici e favorendone la diffusione anche nei mercati internazionali.
Ne parleremo insieme il 15 Luglio in un workshop dedicato a chi è interessato ad approfondire dal vivo la conoscenza del mondo delle Reti, apprenderne le "buone pratiche" sempre più diffuse, coglierne la portata innovativa, gli stimoli incentivanti e le grandi opportunità che queste offrono ogni giorno di più. 

ISCRIVITI AL WORKSHOP

 

pulsante-smau-blue

 

assoretipmi-FIRENZE-2015--NEW

** *Con il Codice VIP puoi usufruire del servizio di "personal shopper" Discovery Smause vuoi conoscere in anticipo quello che potrai trovare in Fiera per rendere utile ed ef­ficace la tua visita, programmando per tempo gli incontri agli stand, la partecipazione ai momenti formativi e alle occasioni di networking, lo Staff di specialisti è pronto ad affi­ancarti per fornirti tutte le risposte che cerchi. Puoi prenotare il servizio inviando i tuoi riferimenti a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  e sarai contattato per un'assistenza personalizzata sulle tue esigenze.

 


 banner-mappa-blue

Reti di Imprese, Innovazione, Trasferimento Tecnologico, Capitale Umano. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 30.000 membri.  

Per partecipare e contribuire in prima persona alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI  

banner-mani-assoretipmi

Pubblicato inNews
9 Luglio, Bologna: "Aggregazione, Innovazione, Internazionalizzazione nella Meccanica e Meccatronica"

ASSORETIPMI 

ti invita a:

Aggregazione, Innovazione, Internazionalizzazione

Fattori chiave per vincere la sfida della globalizzazione

Focus di settore:meccanica e meccatronica

Giovedì 9 luglio 2015, ore 16.30
My One Hotel
viale Palmiro Togliatti n. 9/2, Bologna

 

COMUNICAZIONE IMPORTANTE: CAMBIO DATA EVENTO

Per motivi organizzativi la data dell'evento è spostata a Settembre. A breve la pubblicazione della data definitiva.

 


Nel mondo sempre più grande delle Reti di Imprese sono state di recente superate due soglie importanti in Italia: la quota 2.000 per le Reti e quella delle oltre 10.000 Imprese partecipanti. Per l'esattezza, sono 2.208 le Reti e 11.158 le Imprese coinvolte censite da Infocamere al 6 Giugno 2015.

Un sistema di aggregazione, quello delle Reti, che cresce sempre più proprio dal grande cambiamento in atto creando nuove opportunità di sviluppo multidirezionale a beneficio di tutti gli operatori economici, siano essi imprenditoriali e professionali, e in ogni settore.

Opportunità di sviluppo i cui fattori chiave risiedono nella capacità di innovarsi e di internazionalizzare le proprie imprese, unendo le forze e le risorse in rete per aumentare la capacità organizzativa necessaria a competere a livello globale.

Focus particolare dell'evento è quello sui settori della meccanica e meccatronica. Crediamo, infatti, che per uno sviluppo importante e di lungo periodo delle nostre aziende operanti in questi settori strategici sia necessario:

- disporre delle migliori tecnologie ed inserirle efficacemente nel processo produttivo;
- acquisire i rilevanti finanziamenti ora effettivamente disponibili, a fondo perduto e agevolato;
- aggregarsi con gli imprenditori più adeguati a realizzare questo processo, in strutture forti e ben coordinate;
- identificare e inserirsi nei mercati internazionali maggiormente recettivi.

Parleremo anche dei Bandi nazionali e regionali per l’aggregazione delle imprese e per le Start Up innovative nella meccanica e meccatronica.

L'evento è dedicato a chi è interessato ad approfondire dal vivo la conoscenza del mondo delle Reti, apprenderne le "buone pratiche" sempre più diffuse, coglierne la portata innovativa, gli stimoli incentivanti e le grandi opportunità che queste offrono ogni giorno di più.

Saranno presenti, tra gli altri:

- Andrea Cicchelli, Componente della Rete DicoNet;
- Fabrizio Garaffa, Avvocato esperto di reti di impresa;
- Michele Monno, Professore al Politecnico di Milano e Direttore Laboratorio MUSP;
- Marco Palazzi, Esperto in materia di internazionalizzazione di impresa;
- Carlo Pignatari, Esperto in materia di finanziamenti e bandi;
- Marco Venturi, Manager di Rete MECSPE 

La partecipazione all'evento è gratuita previa registrazione

 

COMUNICAZIONE IMPORTANTE: CAMBIO DATA EVENTO

Per motivi organizzativi la data dell'evento è spostata a Settembre. A breve la pubblicazione della data definitiva e la riapertura delle iscrizioni.

 

pulsante meeting

 

  


La Mappa delle Reti d'Impresa ora anche Free-trial!

banner-mappa-free-trial-blue

Reti di Imprese, Innovazione, Trasferimento Tecnologico, Capitale Umano.

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 30.000 membri.

Per partecipare e contribuire in prima persona alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI

banner-mani-assoretipmi

Pubblicato incontenuti
Foto by Umberto Basilica - Wikipedia

ASSORETIPMI Campania

Roadshow Campania 2015

“LE RETI IIMPRESA

4° tappa 

16 Giugno 2015

CAIVANO (NA) presso “OCIMA SRL”

 SS 87, km. 16+460 - Zona ASI Pascarola

 

 

 

 

campania-roadshow-reti-caivano 

 

Ore 15.30

Saluti ai partecipanti

 

Raffaele Amico – Amministratore Ocima Srl

  

Ore 15.45

Reti d’Impresa: lo stato attuale ed il ruolo di ASSORETIPMI

 

Paolo Fiorentino – Delegato regionale per la Campania di AssoretiPMI

  

Ore 16.30

Una testimonianza dalle reti d’impresa: la rete MROnet.it

 

Cinzia Coppola – Delegato provinciale Roma Sud e Latina di AssoretiPMI

  

Ore 17.15

Sessione di domande e risposte

  

Ore 17.30

Conclusioni

 

  

Roadshow Campania 2015

“Le RetiINImpresa” 

è il nome che abbiamo voluto dare a questa serie di seminari itineranti attraverso il territorio della nostra regione. L’idea nasce dalla consapevolezza che molto lavoro c’è da fare per fa rconoscere lo strumento delle Reti d’Impresa e che un modo efficace per farlo è quello di portare la conoscenza direttamente presso i protagonisti dell’iniziativa: le imprese.

AssoretiPMI è l'associazione nazionale indipendente nata dal gruppo di LinkedIn RETI DI IMPRESEPMI,da sempre impegnata nella ricerca di strumenti innovativi e adeguati al processo di cambiamento e di sviluppo attraverso l'aggregazione tra imprese quale strumento imprescindibile per lo sviluppo della nostra economia e della nostra società.

La capienza della sala è limitata. Per informazioni ed iscrizioni:

Paolo Fiorentino - Delegazione Regionale della Campania 

Uffici: Via G. Porzio Is. C2 Centro Direzionale di Napoli – 80143 Napoli
c/o IPM Edge Srl
Tel. +39 081 5629549 - Fax +39 081 5629013 Cell. +39 335 7409400
Skype: paolo.fiorentino 
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    
 
campania-roadshow-reti-footer-caivano                        

                     

Reti di Imprese, Innovazione, Trasferimento Tecnologico, Capitale Umano.

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 30.000 membri.

Per partecipare e contribuire in prima persona alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI

banner-mani-assoretipmi                 

Pubblicato inNews
La Comunicazione efficace nel gruppo di Rete

La Comunicazione efficace

nel gruppo di Rete

di Valentina Giordano

intervento del 7 Maggio 2015

a Roma al Meeting

Il Futuro riparte dalle Reti

di ASSORETIPMI

 

 

 

 

 

Lo scopo principale delle reti di impresa è quello di raggiungere degli obiettivi comuni di incremento della capacità innovativa e per questo della competitività aziendale.

Detto ciò, se tale strumento porta vantaggi nell’ordine della redditività e dell’ottimizzazione dei costi, evidenzia, altresì, una necessità che soggiace al reale successo di una siffatta tipologia di team di lavoro ovvero, la comunicazione intra-gruppo.

Partendo dall’assunto teorico che la comunicazione è l'insieme dei processi attraverso cui condividiamo e trasferiamo informazioni. Affinché si possa parlare di comunicazione efficace, è necessario che l'emittente (ovvero colui che avvia la comunicazione) tenga in considerazione vari elementi al fine di garantire il trasferimento efficace del messaggio al ricevente (sia esso un individuo o un gruppo di persone). Spesso la dicitura comunicazione efficace viene utilizzata come sinonimo di comunicazione persuasiva. Si tratta, però, di un uso scorretto, poiché i due termini presuppongono un diverso obiettivo: nella comunicazione persuasiva lo scopo è produrre un cambiamento nei comportamenti, negli atteggiamenti o nei valori del ricevente. Quando parliamo di comunicazione efficace intendiamo, invece, una comunicazione che ha come unico obiettivo il successo del trasferimento dei contenuti del nostro messaggio. Quali sono, dunque, le caratteristiche della comunicazione efficace? Nel manuale Effective Public Relations (1953), il professor Scott Cutlip della University of Winsconsin ne identificò sette.

L'insieme di queste caratteristiche è conosciuto in inglese come 7 C's of Communication (le 7 C della comunicazione):

COMPLETEZZA (Completeness)

Per essere efficace, è necessario che la comunicazione sia completa, ovvero che contenga tutte le informazioni necessarie al ricevente per valutare un'offerta o una situazione, o per risolvere un problema. Comunicare in modo completo permette di raggiungere gli obiettivi di comunicazione in modo più rapido, poiché il ricevente ha già a disposizione tutti i dati per prendere le proprie decisioni e si riduce la quantità di domande e dubbi nel ricevente.

CONCISIONE (Conciseness)

 Un messaggio breve ed un messaggio conciso non sono la stessa cosa. Essere concisi infatti significa comunicare tutte le informazioni pertinenti al contenuto del messaggio senza aggiungere dettagli inutili o ridondanti. Anche un messaggio breve può, quindi, essere lacunoso o troppo fiorito. La concisione è un elemento fondamentale della comunicazione efficace, poiché permette tanto all'emittente quanto al ricevente di concentrarsi solo sulle informazioni essenziali.

CONSIDERAZIONE(Consideration)
Per comunicare in modo efficace, è necessario che l'emittente prenda in considerazione il punto di vista del ricevente, le sue necessità ed il suo stato d'animo. Modulando la comunicazione sulla base dell'altro, l'emittente può trasmettere le informazioni e i concetti in modo più efficace, poiché sarà in grado di utilizzare argomenti ed esempi più vicini all'esperienza del ricevente e, di conseguenza, più facilmente assimilabili e comprensibili.

CONCRETEZZA(Concreteness)
La comunicazione efficace è concreta, ovvero si basa su dati e fatti per supportare i contenuti del messaggio. Comunicare in modo concreto significa anche rispondere in modo puntuale alle domande, o sviluppare le proprie argomentazioni partendo dal caso specifico in esame piuttosto che da teorie e casi generali. La concretezza aumenta l'efficacia della comunicazione, perché permette al ricevente di comprendere il messaggio in modo più circostanziato e completo.

CORTESIA (Courtesy)

 Comunicare in modo cortese, senza aggredire l'interlocutore e senza voler forzare una risposta, migliora il clima della comunicazione e predispone emittente e ricevente ad una conversazione positiva e costruttiva. La cortesia nella comunicazione implica anche il rispetto dei valori e della cultura dell'altro, nonché l'uso di un registro linguistico adatto al pubblico di destinazione.

CHIAREZZA (Clearness)

 Un'altra delle caratteristiche della comunicazione efficace è la chiarezza, ovvero la specificità del messaggio. Comunicare in modo chiaro significa concentrarsi su un solo obiettivo, enfatizzandone così l'importanza e rendendo più semplice l'assimilazione del messaggio da parte del ricevente. Un altro elemento importante per la chiarezza del messaggio è l'uso di una terminologia appropriata, che riduce le possibilità di confusione e l'ambiguità del messaggio.

CORRETTEZZA (Correctness)

Per essere efficace, infine, la comunicazione deve essere svolta in modo corretto. L'assenza di errori grammaticali o sintattici migliora la chiarezza del messaggio e ne aumenta l'impatto, influendo positivamente anche sull'impressione che il ricevente ottiene dell'emittente durante la comunicazione. Comunicando in modo corretto, l'emittente acquista credibilità e, di conseguenza, aumenta la credibilità del messaggio.

Questo sintetico excursus teorico, spinge a porre l’attenzione su due elementi comunicativi in particolare ovvero, la considerazione dell’altrui punto di vista e la cortesia nell’eloquio che predispone ad una conversazione costruttiva, e proprio perché siamo tutti parte di qualche forma di gruppo, che sia un team di lavoro, una squadra sportiva o un insieme di persone che condivide il nostro stesso hobby. Facciamo quindi tutti esperienza delle differenze che ci sono nei gruppi, soprattutto quando questi hanno uno scopo che ha a che fare con la produttività.

Cosa fa di un gruppo un “buon” gruppo, in termini di esito e di ottimizzazione delle risorse?

Domanda di vecchia data per il mondo della psicologia, che ha studiato di volta in volta l’importanza della composizione omogenea piuttosto che eterogenea, di un sistema decisionale condiviso o direttivo, la presenza di un leader carismatico, autorevole, autoritario, e così via.

Recentemente, un gruppo di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha indagato meglio quali sono le caratteristiche relativamente stabili di un gruppo che contribuiscono a renderlo “smart”: intelligente.

In due studi del 2010 pubblicati su Science, gli autori hanno raccolto dati da 699 soggetti, raggruppati in piccoli gruppi composti da 2/5 membri (talvolta anche gruppi composti da 7 membri), a cui veniva chiesto di risolvere diversi tipi di problemi della quotidianità, che andavano dall’analisi logica al brainstorming alla coordinazione, al ragionamento morale, alla pianificazione.

Gli autori hanno trovato che i gruppi che tendenzialmente avevano risultati migliori in un compito, avevano risultati migliori anche negli altri, sottendendo una sorta di fattore generale che hanno chiamato “Fattore C” e che era in grado di spiegare la prestazione del gruppo comprendendo una grande varietà di caratteristiche.

La cosa interessante è che questo fattore non aveva nulla a che fare con l’intelligenza dei singoli, con la loro motivazione al compito o con la loro estroversione. Era invece correlato con tre caratteristiche:

  1. la sensibilità socialedei membri del gruppo, valutata con un test che misura la capacità di dedurre stati emotivi complessi a partire dagli occhi delle persone;
  2. la distribuzione equa della responsabilità quando si trattava di prendere una decisione, preferendo una discussione di gruppo piuttosto che la delega a un unico leader;
  3. la percentuale di donne tra i membri del gruppo: gruppi caratterizzati da più donne avevano una prestazione migliore rispetto ai gruppi caratterizzati da più uomini. In particolare, non era la composizione eterogenea a impattare sulla prestazione (il fatto di avere un egual numero di uomini e donne), ma proprio il numero di donne presenti nel gruppo.

Alcuni degli autori (2014) hanno voluto replicare gli studi, per valutare quanto i risultati di queste prime due ricerche rimanessero immutati anche in situazioni in cui ai gruppi non veniva richiesto di collaborare faccia a faccia, ma online.

Viste le crescenti opportunità (e necessità) che il web sta fornendo e, in considerazioni che le reti d’impresa prediligono per necessità logistiche la comunicazione web, è importante capire quanto la collaborazione a distanza segua regole simili a quello che succede quando siamo tutti nella stessa stanza gruppi vicini. Per fare questo, gli autori hanno chiesto a 34 gruppi di completare un compito di intelligenza collettiva uno davanti all’altro, e ad altri 34 di farlo online, senza alcuna possibilità di interagire faccia a faccia. Di nuovo, replicando i primi risultati, è emerso un trend nella produttività dei gruppi, in cui alcuni “funzionavano” meglio in tutte le prove in modo omogeneo.

In più, anche il “FattoreC” è stato confermato: sia nelle interazioni faccia a faccia che in quelle online:

i gruppi che funzionavano meglio erano quelli in cui i membri comunicavano molto tra loro, partecipavano in modo equo e avevano buone abilità di lettura delle emozioni altrui.

In particolare, questo terzo studio ha dimostrato come la capacità di leggere in modo corretto le emozioni altrui sia un fattore fondamentale non solo in presenza dell’altro, ma anche quando le interazioni avvengono in remoto: quello che conta sembra non essere tanto la capacità di leggere le emozioni dell’altro per utilizzarle nella singola interazione, quanto possedere una buona Teoria della mente una capacità più globale di comprendere e considerare quello che gli altri sentono, pensano e credono, che è mediamente più sviluppata nelle donne.

 

Valentina Giordano 
Ricercatore Psicologia Sociale 

 

BIBLIOGRAFIA

Anolli, L., (2012), Fondamenti di Psicologia della comunicazione, II edizione, Il Mulino.

Engel, D., Woolley, W.A., Jing, L.X., Chabris, C.F., & Malone, T.W. (2014), Reading the mind in the eyes or reading between the lines? Theory of mind predicts collective intelligence equally well online and face-to-face. PLoS ONE 9(12): e115212.

Scott M. Cutlip, Allen H. Center (1953) Effective public relations: pathways to public favor, in

Murphy, H.A. et al., (2000)Effective Business Communication7th Edition, McGraw-Hill, NY (SIE) Tata McGraw-Hill.

Woolley, A.W., Chabris, C.F., Pentland, A., Hashmi, N., & Malone, T.W. (2010), Evidence for a collective intelligence factor in the performance of human groups. Science, 330, 686-688.

 


 

banner-mappa-blue

 

Reti di Imprese, Innovazione, Trasferimento Tecnologico, Capitale Umano. 

 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 30.000 membri.  

 

Per partecipare e contribuire in prima persona alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI  

 

banner-mani-assoretipmi

 

Pubblicato inNews
26 Maggio, Modena: Libera Impresa Tour, fare Impresa non è più un'impresa.

ASSORETIPMI

patrocina

Libera Impresa Tour

Tappa di Modena

26 Maggio 2015

Forum Monzani Via Aristotele 33 Modena

 

 

 

 

 

AZIMUT-AGENDA A4 Modena-RES

 azimut-form

 


banner-mappa-blue

Reti di Imprese, Innovazione, Trasferimento Tecnologico, Capitale Umano. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 30.000 membri.  

Per partecipare e contribuire in prima persona alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI  

banner-mani-assoretipmi

Pubblicato inNews
18 Giugno, Napoli, TechnologyBiz: "Le Reti di Impresa in Campania: crescita di competitività e valorizzazione del territorio”

ASSORETIPMI

ti invita a

Le Reti d’Impresa in Campania:

crescita di competitività e valorizzazione del territorio

18 Giugno 2015

ORE 10:00 - 12:00

TechnologyBIZ

Città della Scienza, Napoli 

 

 

Le Reti d’Impresa in Campania: crescita di competitività e valorizzazione del territorio

I dati di Infocamere ad inizio maggio 2015 registrano 2.152 contratti di rete che coinvolgono in totale 10.765 Imprese in tutta Italia. Si tratta di dati in forte crescita, considerato che al 1° marzo 2014 i contratti di rete erano 1.344 e le imprese 6.809, con un incremento medio di 60 nuovi contratti ed oltre 280 Imprese ogni mese.
L’aggregazione tra Imprese si dimostra, dunque, sempre di più lo strumento maggiormente efficace per competere sui mercati e far crescere il proprio business. Operare in forma aggregata offre almeno tre grandi benefici alle PMI:
• il superamento delle problematiche legate alla dimensione ed alla conseguente mancanza di risorse e/o di capacità di accesso al mercato
• la possibilità di fare squadra con altre aziende altrettanto orientate al futuro, ritrovando l’entusiasmo
• il mantenimento della propria identità.
La Campania è al 9° posto in classifica con 441 imprese in rete e 121 reti, ma con un tasso di crescita, nell’ultimo anno, estremamente interessante.

Far conoscere alle Imprese campane la forza data dalle Reti d’Impresa in termini di sviluppo e competitività, in diretta dalle best practice del territorio, è lo scopo della tavola rotonda dedicata al tema “Le Reti d’Impresa in Campania: crescita di competitività e valorizzazione del territorio”. Esperti di Reti d’Impresa e rappresentanti delle aziende, che hanno deciso di sperimentare, o che già utilizzano a pieno questo innovativo strumento strategico-organizzativo e di sviluppo, saranno a confronto con le proprie testimonianze dirette, per far comprendere le capacità di questo nuovo modello di produrre un concreto sviluppo ed un recupero di competitività delle PMI, attraverso la valorizzazione del know-how di cui esse sono portatrici.

Introduce e modera:
Renato VOTTA
Direttore Road Media News

Sono stati invitati:
Monica FRANCO
Vicepresidente ASSORETIPMI
Paolo FIORENTINO
Delegato Regionale della Campania ASSORETIPMI
Edoardo IMPERIALE
Direttore Divisione Imprese e Innovazione Sviluppo Campania
Eugenio GERVASIO
Direttore Divisione Sviluppo Territoriale Sviluppo Campania
Michele PANNULLO
Presidente Confagricoltura Campania
Salvio CAPASSO
Responsabile Uff. Economia delle Imprese e Territorio SRM
Raffaella PAPA
Presidente Spazio alla Responsabilità*
Massimo LOMBARDI
Rappresentante della Rete “100% Campania
Concetta CERASUOLO
Manager di Rete “Hubsolute
Liliana SPERANZA
Vicepresidente “Rete del Mare

* partecipazione da confermare

Il tavolo è work in progress, poichè l’organizzazione sta lavorando per il coinvolgimento di altri relatori di interesse.

 

pulsante-arancio-registrazione

 

INIZIATIVA SPECIALE RISERVATA AGLI ASSOCIATI ASSORETIPMI

Sei un'Impresa o una Rete associata ad ASSORETIPMI?

Partecipa alla Sezione congressuale e B2B riservata ad ASSORETIPMI

 

Event Sponsor

AssoretiPMI

AssoretiPMI è l’associazione nazionale indipendente nata dal gruppo di LinkedIn RETI DI IMPRESE PMI, da sempre impegnata nella ricerca di strumenti innovativi e adeguati al processo di cambiamento e di sviluppo attraverso l’aggregazione tra imprese quale strumento imprescindibile per lo sviluppo della nostra economia e della nostra società. AssoretiPMI conta oggi oltre 56 delegazioni territoriali tra Italia ed estero, esperti e Manager di Rete qualificati che garantiscono tutto il supporto necessario alle PMI che vogliono intraprendere questo percorso.


banner-mappa-blue

Reti di Imprese, Innovazione, Trasferimento Tecnologico, Capitale Umano. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 30.000 membri.  

Per partecipare e contribuire in prima persona alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI  

banner-mani-assoretipmi

Pubblicato inNews
Pagina 1 di 26

I Cookie ci aiutano a fornirvi un servizio migliore. Cliccando su "Accetta" o continuando a navigare accettate il loro utilizzo. Privacy Policy.