Visualizza articoli per tag: reti di imprese - ASSORETIPMI


LinkedinTwitterFacebook
La Mappa delle Reti d'Impresa in Italia

DELIMITATORE1

Iscrizione alla Newsletter

SHARE THIS:

crea il tuo progetto

Iscrizione alla Newsletter

 

DELIMITATORE1

Corso Manager di Rete arriva la 5°Edizione!

Foto by gomnam via Pixabay.com

ASSORETIPMI

vi invita a

“IRAN: la Nuova Frontiera del Business”

10 ottobre 2016

Aula Magna Facoltà di Economia

dell’Università degli Studi di Bari

via C. Rosalba, 53  - BARI 

 

 

 

 

 

 

PROGRAMMA

Ore 8,30 registrazione dei partecipanti

9,00 Saluti:

Prof. A. Felice Uricchio - Rettore UNIBA

S. E. Jahanbakhsh  Mozaffari  - Ambasciatore della Repubblica dell’ Iran in Italia

Loredana  Capone -  Vicepresidente e Assessore allo Sviluppo Economico, Regione Puglia

Prof. Vittorio Dell’Atti - Direttore di Dip. Economia, Management e diritto di impresa

Prof. Ernesto Toma - Dir. Dip. Scienze economiche e metodi matematici

Prof. Nicola Coniglio – delegato UNIBA per l’internazionalizzazione

Prof. Giovanni Lagioia - delegato UNIBA per l’internazionalizzazione

Dr. Massimo D. Salomone - Segretario Generale del Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise

9,30 Relatori:
- Dott. Graziano Scarascia – IRAN Business Solutions
“Il sistema degli investimenti”
- Dott.ssa Hediyeh Hooshyar – IRAN Business Solutions
“Le opportunità per le imprese”
- Dott.ssa Tiziana Ciavardini – Giornalista
“ Il sistema bancario iraniano nell’era di Rohani”
- Dott. Hossein Arbabi – Touring Club IRAN
“Turismo e Business in Iran”
- Dott. Eugenio Ferrari - Presidente ASSORETIPMI
“L’importanza delle reti di imprese nell’internazionalizzazione”
- Prof. Lucia Scattarelli – Presidente Polo "Domustecnica"
“Il Polo Domustecnica e il Polo della Meccatronica”
- Prof. Ing. Giacomo Scarascia-Mugnozza (Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali)
“ Il settore agroalimentare pugliese”
- Ing. Sharif Lorenzini - Pres. Comunità Islamica Italiana – Pres. Halal International Autority
“L’importanza della Certificazione Halal per l’export in Iran”
- Prof. ssa Federica MIglietta – (economia degli intermediari finanziari)
“Le caratteristiche di un mercato di matrice islamica”
- Dott. Sergio Campobasso – Export Manager Plastic Puglia
“fare business in IRAN”
- Imprenditori Iraniani
“Joint Venture Iran-Italia”

12,00 Question Time

13,00 Conclusioni
Modera:   Dott. Roberto Laera – Amministratore Delegato Italian Network Sh.p.k.

 

italian-network-iran

 

footer-10ottobre

 

 

www.italian-network.net        

Pubblicato inNews
6 Ottobre, Genova: arriva il Caffè delle Reti di ASSORETIPMI, fai l'upgrade dal virtuale al reale!

ASSORETIPMI

Delegazione Liguria

ti invita al 

 “Caffè delle Reti”  

6 Ottobre, Ore 18,00 – 19,30    

Terrazze del Ducale, Piazza De Ferrari  

Genova

 

 

 

 

Fai l'upgrade dal virtuale al reale! con gusto! 

 

Il Caffè delle Reti di AssoretiPMI è un momento informale di incontro e confronto tra associati e delegati AssoretiPMI, Reti e chiunque, imprese e professionisti, sia interessato al tema dell'aggregazione delle Imprese.  

Ci sarà anche la possibilità per sentire raccontare da rappresentanti di reti di impresa, one to one, la loro esperienza, i loro successi e le loro aspettative. 

Sarà l'occasione per conoscersi o ritrovarsi, progettare, approfondire, conoscere le iniziative dei promotori, parlare con i protagonisti delle Reti di Imprese. 

Driver di riferimento saranno sempre le reti d'impresa, ma l'obiettivo è quello di incrementare relazioni e opportunità per tutti.  

Il costo dell'aperitivo è di € 10,00 a persona. 

I posti sono limitati, registrati ora! 


pulsante meeting

  

 


  NEW ! CORSO PER MANAGER DI RETE | 5°Edizione | Start 3 Ottobre 2016  

Speciale Focus Internazionalizzazione

ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 30 SETTEMBRE  CLICCA QUI  

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2016-678-MF

banner-mappa-free-trial-blue

ASSORETIPMI è l’associazione no-profit nazionale e indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.  

Non sei ancora associato ad ASSORETIPMI? scopri tutti i vantaggi e le modalità! CLICCA QUI  

banner-adesioni-2016

banner-mani-assoretipmi   

Pubblicato inNews
Dal 25 agosto 2016 in vigore due misure di semplificazione per le reti di imprese

a cura dell'Avv. Fabrizio Garaffa

Delegato Provincia di Bologna ASSORETIPMI

fonte: leggiecontratti.it

 

Avevamo già parlato delle due importanti misure di semplificazione previste nel collegato agricoltura (Legge n. 156/2016) in materia di rete di imprese in questo articolo

Dal 25 agosto 2016, con l’entrata in vigore della Legge citata, l’obbligo di redigere e depositare una situazione patrimoniale, osservando, in quanto compatibili, le disposizioni relative al bilancio di esercizio della società per azioni, vale soltanto per le reti soggetto. Ciò comporta una evidente semplificazione nella contabilità delle reti contratto e nella loro gestione amministrativa.

Oltre a ciò, ricordiamo come dalla stessa data le reti di imprese potranno assumere congiuntamente lavoratori quando almeno il 40 per cento (e non più il 50 per cento come stabilito dalla precedente disciplina) di imprese in rete siano imprese agricole. 

Vai all'articolo in originale

 


 

banner-mappa-free-trial-blue

NEW ! CORSO PER MANAGER DI RETE | 5°Edizione | Start 3 Ottobre 2016  

ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 30 SETTEMBRE  CLICCA QUI  

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2016-678-MF

Reti di Imprese, Innovazione, Internazionalizzazione. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.  

Per partecipare alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI 

Sono attive le preadesioni valide già da ora fino al 31.12.2017.  

banner-mani-assoretipmi 

Pubblicato inNews
28 Settembre, Osimo: Internazionalizzazione ed opportunità per PMI e Reti di Imprese in Centro e Sud America

ASSORETIPMI

vi invita a:

Internazionalizzazione ed opportunità per PMI e Reti di Imprese in Centro e Sud America

28 settembre 2016 | ore 10.30/13.00

Osimo (Ancona)

Sala Convegni del G. Hotel Ancona, via Sbrozzola 26

 

 


ore 10.00 Registrazione dei partecipanti

ore 10.30 Saluto di presentazione di AssoretiPMI
Eugenio Ferrari, Presidente - Assoretipmi

ore 10.45 Opportunità di finanziamento
Alexandra Storari - Euro Project Lab

ore 11.15 Internazionalizzazione ed opportunità per reti d’impresa e PMI in Centro e Sud America
Patricia Araya - Profila

ore 11.45 Business Plan di Rete: strategie, organizzazione e pianificazione finanziaria
Diego Zonta, Consulente - Profila

ore 12.00 Seda International Service per l’internazionalizzazione
Attilio Marin

ore 12.15 Dibattito finale e networking

ore 13.00 Buffet

Partecipazione gratuita previa registrazione

  pulsante meeting

 

 

footer-28-settembre


 

banner-mappa-free-trial-blue

NEW ! CORSO PER MANAGER DI RETE | 5°Edizione | Start 3 Ottobre 2016  

ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 30 SETTEMBRE  CLICCA QUI  

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2016-678-MF

Reti di Imprese, Innovazione, Internazionalizzazione. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.  

Per partecipare alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI 

Sono attive le preadesioni valide già da ora fino al 31.12.2017.  

banner-mani-assoretipmi


Pubblicato inNews
Mercoledì, 14 Settembre 2016 20:16

Innovazione a misura di piccola impresa

Innovazione a misura di piccola impresa

Quello dell'innovazione tecnologica non è un mondo per piccoli. La rete d’impresa come emblema del cambiamento organizzativo.

A cura di Carlo Pignatari, Delegato Emilia Assoretipmi, Docente per l'Innovazione al Corso di Formazione per Manager di Rete "Le Metodologie di Gestione della Rete d'Impresa" 

 

Quando si parla d’innovazione, la mente va alle grandi scoperte tecnologiche: macchine senza pilota, elaboratori con capacità di calcolo crescenti in modo esponenziale, molecole capaci di rivoluzionare la nostra esistenza. Storico in tal senso è il caso di Xerox che già agli inizi degli anni ’70 costruì lo Xerox PARC (Palo Alto Research Center Xerox) dove operavano molti dei più grandi ricercatori dell’epoca e che a fronte di generosi finanziamenti fu l'incubatore di svariati componenti dei moderni computer come il mouse, le stampanti laser, i computer desktop, e le reti Ethernet.

Si tratta di esempi frustranti per una micro o piccola impresa. Sono, infatti, per lo più il frutto di grandissimi investimenti in ricerca dei quali soltanto una piccola parte si traduce, poi, in prodotti che possono essere effettivamente lanciati sul mercato per portare un beneficio economico per ripagare gli investimenti inziali. Non è un caso che anche per lo Xerox PARC i benefici commerciali furono colti spesso da altre imprese come dalla Apple Computer che dopo averne migliorato l’usabilità trasformò il mouse visto a Palo Alto nel successo commerciale che oggi tutti conosciamo.

Gli investimenti in innovazione, si collocano in sintesi su di una dimensione e su di una scala temporale che mal si adattano a quelle di una piccola impresa costretta a eccellere nel breve e potendo contare solo su risorse scarse.

L’innovazione a misura di PMI

Accanto all’innovazione tecnologica, tuttavia, ne esiste un altro tipo che è molto più a portata della piccola impresa perché come unico investimento iniziale richiede la capacità di pensare fuori dagli schemi: l’innovazione organizzativa.

Questa tipologia d’innovazione è talmente a misura di quotidiano che tutti quanti la possiamo sperimentare quando, in mezzo al traffico, ci troviamo a affrontare una rotatoria e la compariamo con l’incrocio tradizionale.

Da tempo immemore l’uomo ha avuto il problema di fare intersecare due flussi che viaggiano in direzione tra loro perpendicolare. Il problema relativamente risolvibile finché si viaggia a piedi o in carrozza è diventato drammatico con l’arrivo delle automobili, della velocità e dell’aumento del numero dei veicoli in circolazione.

Alberto-Sordi-res600

Figura 1: Alberto Sordi alle prese con il problema della regolazione del traffico ne 'Il vigile' di Luigi Zampa, 1960

La prima risposta è stata quella dell’intervento umano. Finché il problema era relativamente circoscritto a poche grandi città e a pochi punti caldi all’interno di queste, vi era la figura del vigile urbano che interveniva per gestire il traffico e favorirne lo scorrimento.

Con l’aumentare del numero di vetture in circolazione diventa impensabile avere una  persona a ogni incrocio. Si studia così il semaforo come soluzione di tipo tecnologico. In questo caso è un apparecchio meccanico che opportunamente programmato definisce le regole e in modo alternato attribuisce il diritto di impegnare l’incrocio. 

A parte da fine anni 60 in Inghilterra, anni 80 in Francia e, buon’ultima, negli anni 90 in Italia si afferma la rotatoria come soluzione radicalmente diversa per affrontare il problema. Invertendo le tradizionali regole, chi ha impegnato la rotatoria ha la precedenza su chi vi deve entrare. In questo modo si allunga la strada a tutti e si rallenta la velocità, ma diminuiscono al contempo i tempi morti e i punti di possibile incontro con un impatto positivo sulla circolazione.

I vantaggi della rotatoria sono ben evidenziati dal grafico dei flussi di traffico che mostra come in particolare si riducano da 32 a 4 i potenziali punti di conflitto in un incrocio, ovvero quei punti utilizzati per valutare la potenziale incidentalitá di un incrocio. Il punto indica lo spazio nel quale i percorsi dei diversi flussi si incrociano, convergono o divergono, sono cioè i punti dove potrebbe avvenire una collisione. 

Soprattutto però sono i dati che testimoniano come il tasso di incidentalità diminuisca drasticamente:

– 40% di collisioni fra veicoli;

– 80% di danni alle persone;

– 90% di danni gravi e mortali;

 

Flussi-traffico-832

 Figura 2: punti di dei conflitto tra i flussi di traffico in una rotatoria e un incrocio

Inoltre, si noti come la rotatoria non richiede interventi regolatori esterni quali il vigile o il semaforo, ma dopo avere definito un corollario di regole condivise - chi impegna la rotatoria ha diritto di precedenza-, demanda agli utilizzatori stessi la possibilità di autoregolarsi scegliendo i tempi e le modalità con cui inserirsi nei flussi di traffico.

Oggi è evidente che l’avere ripensato in questo modo le intersezioni abbia portato enormi benefici sul piano economico e sociale, ma la rotatoria non è stata la prima soluzione al problema.  Ideare la rotatoria non è stato una questione di costi, ma quello di affrontare un problema uscendo dagli schemi tradizionali del pensiero. La rotatoria come l’innovazione organizzativa è un modo nuovo di affrontare un problema vecchio. Non richiede investimenti in denaro ma conoscenza dell’argomento, originalità di pensiero, predisposizione al cambiamento e cocciutaggine nel portarlo avanti anche laddove si incontrano le prime difficoltà.

Quello che si chiede alle piccole imprese oggi è questa capacità di affrontare i problemi che vivono e conoscono bene con mente aperta, senza rimanere prigionieri di vecchie logiche e senza arrendersi alle prime difficoltà che sicuramente s’incontreranno allorché si prova a operare in modo nuovo.

Per l’imprenditore tradizionale caratterizzato spesso da grandi capacità tecniche e produttive, ma da scarse competenze organizzative e manageriali,  pensare in modo innovativo alla propria impresa significa sviluppare o addirittura in alcuni casi, attivare processi di marketing o commerciali, significa accrescere il livello di competenze e professionalità interno all’azienda operando in modo sistematico sulla ricerca e selezione del personale, significa definire obiettivi e strategie misurabili per la propria impresa e tanto altro.

La rete d’impresa come emblema del cambiamento organizzativo

Pensate però ora alla rete di imprese. Cos’è, se non un nuovo modo di organizzare il lavoro? Si tratta di stare sul mercato e al tempo stesso di potere decidere del proprio lavoro e nella propria azienda senza sottostare a vincoli dettati da altri. Come per la rotatoria si richiede di pensare in modo differente. I vantaggi anche in questo caso sono evidenti: possibilità di risparmiare sugli acquisti, maggiori risorse da investire grazie allo sforzo comune, maggiori competenze e conoscenze da scambiare per consentire a ciascuno di specializzarsi sulle ciò per cui più è portato. Però, come la rotatoria, la rete d’imprese impone in prima battuta uno sforzo e un’apertura verso l’innovazione e il cambiamento. Come la rotatoria per operare in rete non sono richieste risorse economiche maggiori, ma un radicale cambiamento del nostro modo di pensare.

 

Costruire una rete significa definire una strategia comune

Il piccolo imprenditore che ha spesso costruito la sua azienda mettendosi in proprio, dopo avere appreso il mestiere in un’impresa di dimensioni maggiori deve invertire il senso della propria marcia. Storicamente molte delle imprese nascono, infatti, per gemmazione da un’impresa maggiore che spesso, oltre a trasferire competenze, aiutava il neo-imprenditore nei primi passi per la creazione della propria azienda. Il nuovo imprenditore guadagnava in genere in indipendenza oltre che in autostima per il fatto di potere esser finalmente ‘sul suo’. L’impresa più grande si creava un fornitore affidabile cui demandare una quota di rischio pur mantenendone in gran parte il controllo sull’operatività.

Ragionare in un’ottica di rete impone di invertire la tendenza alla disgregazione che era insito in questo processo storico che è alla base della nostra imprenditoria. Laddove la direzione andava dal grande verso il piccolo, dall’uno verso la frantumazione nella piccola o micro impresa, ora si chiede di avviare un percorso contrario.  Già questa sommaria considerazione dovrebbe farci comprendere quanto sia difficile e quanto sia intrinsecamente innovativo fare rete d’impresa.

La rete d’impresa anche se non limita la libertà del singolo in quanto impresa, impone comunque spazi e tempi dove discutere di strategie comuni e modalità di integrazione che non esistevano nel modo di operare tradizionale. Come la rotatoria la rete chiede a ciascuno di fare un po’ più di strada perché alla fine tutti ne traggano beneficio. Chiede di condividere obiettivi e strategie perché se queste sono note a tutti e condivise, ciascuno potrà portare al meglio il proprio contributo.

 

Costruire la rete in modo consapevole

Anche la rete inoltre, come la rotatoria, è un sistema che si auto organizza e che demanda agli utilizzatori medesimi la possibilità di definire le regole nonché i tempi di entrata e di uscita.

Laddove la società tradizionale ha un pregresso che impone prassi di governo ampiamente consolidate, grazie alla sua recente affermazione attraverso l’istituto del contratto di rete, lascia agli attori stessi la possibilità stabilire insieme le proprie regole. Le imprese che partecipano sono anzi espressamente chiamate a impegnarsi per definire obiettivi e livello di ambizione di tali obiettivi.  Si può fare una rete per migliorare un singolo processo o per migliorarli tutti insieme, si può fare una rete per aggiungere un ramo di business a quello delle aziende esistenti o perché la rete comporterà un modo nuovo di ripensare a ciascuna impresa. 

Il cambiamento è radicale perché cambiare il proprio punto di vista sulle cose è spesso altrettanto arduo quanto individuare risorse che non ci sono. Anche l’innovazione organizzativa è pertanto difficile da affrontare, ma non per carenza di risorse, quanto per desuetudine al cambiamento. Per questo spesso è indispensabile che l’innovazione si realizzi in azienda con l’introduzione di nuove figure quali i manager temporanei o i manager di rete, o ancora, occorre avere la possibilità di essere aiutati da esperti della gestione del cambiamento. 

ASSORETIPMI con il suoi oltre 400 manager di rete formati nel corso degli anni attraverso il  Corso per  Manager di Rete  gestito insieme alla Fondazione Marco Biagi è una risorsa fondamentale per supportare la nascita e lo sviluppo di reti di successo.

 

 


 

banner-mappa-free-trial-blue

   

NEW !!! CORSO PER MANAGER DI RETE | 5°Edizione | Start 3 Ottobre 2016

ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 30 SETTEMBRE  CLICCA QUI

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2016-678-MF

Reti di Imprese, Innovazione, Internazionalizzazione. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.  

Per partecipare alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI 

Sono attive le preadesioni valide già da ora fino al 31.12.2017.  

banner-mani-assoretipmi  

Pubblicato inNews
Foto by Geralt su Pixabay.com

ASSORETIPMI Lombardia

vi invita al workshop

Tutte le potenzialità delle

Reti di Imprese

29 Settembre, ore 18.30-20.00

Copernico Café, Sala Teatro

Via Copernico 38 - 20125 Milano

 

 

 

 

Introduzione al workshop

Avv.Oscar Paolo Legnani – Delegato Regionale AssoretiPMI

(moderatore)

Il ruolo di AssoretiPMI per le Reti di Imprese

Dr Eugenio Ferrari – Presidente AssoretiPMI 

Elementi concreti della Rete di Imprese

(tipologie; elementi necessari, facoltativi, opportuni; perché fare Rete) 

Dr Ezio Este – Delegato Provinciale AssoretiPMI

Il manager di Rete

Dr Francesco Lamacchia – Delegato Provinciale AssoretiPMI

La finanza per le Reti di Imprese

Dr Fabio Tesei  - Delegato Provinciale AssoretiPMI

Case History

- Reti in Edilizia – Appalti e Project Financing (Arch. Giorgio Via – Delegato AssoretiPMI )

- Reti nei Parchi scientifici tecnologici (Avv. Oscar Paolo Legnani)

- Reti per la Tecnologia (Alex Curti per la RETE N4T)

- Reti per i Servizi Avanzati all'impresa (Eugenio Ferrari per TEAMRETI ITALIA)

- Reti per l'Internazionalizzazione (Avv. Oscar Paolo Legnani)

 

La partecipazione è gratuita previa registrazione

 

pulsante meeting

 


NEW !!! CORSO PER MANAGER DI RETE | 5°Edizione | Start 3 Ottobre 2016

ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 30 SETTEMBRE  CLICCA QUI

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2016-678-MF

Reti di Imprese, Innovazione, Internazionalizzazione.

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri. 

Per partecipare alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI

Sono già attive le preadesioni valide già da ora fino al 31.12.2017. 

banner-mani-assoretipmi 

Pubblicato inNews
ASSORETIPMI affianca la APUANIA FILM COMMISSION nella realizzazione del CINEPOLO APUANO

ASSORETIPMI affianca la APUANIA FILM COMMISSION nella realizzazione del CINEPOLO APUANO

 

 

 

 

header-apuania

Venerdì 9 Settembre scorso a Carrara, all’interno della manifestazione “Con_vivere”, nella splendida cornice di Palazzo Binelli, sede della Fondazione della Cassa di Risparmio di Carrara, ha avuto luogo un lungo incontro dove si è parlato di cinema, teatro, sostenibilità ambientale, ricerca e innovazione che ha visto la grande partecipazione di folla e delle istituzioni.

L’evento, organizzato per la presentazione dell’Associazione senza fini di lucro Apuania Film Commission, è stato l’occasione per la presentazione di un importante progetto, unico nel suo genere, il Cinepolo Apuano, che realizzerebbe l’idea del movie cluster già da anni allo studio dell’Università di Pisa, e portato avanti dalla ricerca della Dott.ssa Daniela Marzano (Presidente della Film Commission) e del Dott. Ugo di Tullio (docente di Legislazione dello Spettacolo presso Università degli Studi di Pisa), che include tra l’altro un disciplinare di best practice ecosostenibili e la creazione di un circuito di servizi per rendere un territorio appetibile alle produzioni cinematografiche e teatrali e ottenere una ricaduta economica e turistica. Supportato da un team di esperti quali il Project Manager Giuseppe Bergitto e il Delegato di AssoretiPMI Dr. Pietro Parodi, lo studio è diventato un progetto concreto, cantierabile e soprattutto vincente in termini di formazione per i giovani, rilancio del territorio in senso turistico e sviluppo per le imprese incluse nel cluster.

Il progetto disegnato ipotizza la riconversione di una ex-area industriale, mostrando come sia possibile destinare strutture esistenti e parzialmente dismesse in nuove attività finora impensate ed innovative, progettando così un nuovo sviluppo del territorio e creando nuove opportunità di occupazione soprattutto giovanile incentrato sullo sviluppo culturale.

Grande interesse ed attenzione è stata mostrata dagli interlocutori istituzionali del territorio, sia a livello locale che regionale, al progetto al quale ASSORETIPMI darà il suo contributo favorendo e supportando la creazione di Reti di Impresa per la messa a sistema del tessuto imprenditoriale apuano.  


  

NEW !!! CORSO PER MANAGER DI RETE | 5°Edizione | Start 3 Ottobre 2016

ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 30 SETTEMBRE  CLICCA QUI

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2016-678-MF

Reti di Imprese, Innovazione, Internazionalizzazione. 

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri.  

Per partecipare alla crescita di questo progetto che si sta affermando in tutte le regioni italiane e anche all'estero VAI QUI 

Sono già attive le preadesioni valide già da ora fino al 31.12.2017.  

banner-mani-assoretipmi 

Pubblicato inNews
Un tuffo dove l'oceano è più blu, sempre di più.

Passano gli anni, ma le grandi intuizioni restano.

Così come resta sempre attuale "la coda lunga di Anderson".

Nel nostro unico possibile futuro di paese industrializzato, quello cioè di un paese sempre più popolato da Reti di Imprese, le nostre PMI sembrano le destinatarie perfette di questa intuizione del 2004 di Anderson, grazie ovviamente ad una serie di fattori concomitanti ed imprescindibili, come quelli offerti dalla tecnologia, dalle interconnessioni di filiera e di rete, dall'e-commerce, ecc.

Il passo in più rispetto ad Anderson, straordinario e visionario uomo di marketing, ed alla possibilità non solo di tuffarsi, ma di nuotare a lungo nel grande OCEANO BLU delle nicchie di mercato offerte dalla globalizzazione, sta tutto nell'organizzazione e nel poter affrontare certi investimenti ancora e per sempre proibiti alla nostra piccola e solitaria impresa, in primis gli investimenti in marketing-comunicazione-internazionalizzazione, ma che invece diventano possibili e straordinariamente vantaggiosi con accordi di integrazione, di filiera e di rete.

Assoretipmi si sta impegnando per andare come sempre in avanscoperta a tracciare le nuove linee guida e il modus operandi di questi percorsi, di cui sempre più stiamo scoprendo l'essenza in positivo, diametralmente opposta, come anni fà si amava sempre ripetere (ma non certamente da noi) "la innata diffidenza dell'imprenditore italiano a fare rete". Assolutamente falso. L'imprenditore italiano sta al contrario dimostrando la propria propensione e dinamicità ad aggregarsi sempre con maggior convinzione ed interesse, come è giusto che sia nel tentativo di massimizzare il proprio profitto.

Ma per fare ciò, sente contemporaneamente e giustamente il bisogno di una guida, di know how, di trasferimento di competenze ed esperienze, di prassi operative che si stanno via via e sempre più consolidando in percorsi sempre più efficaci e meno nebulosi, ed è questo che noi da sempre siamo impegnati a garantire e ad offrire sia con la nostra massiccia opera di divulgazione, sia attivando e tenendo costantemente vivo e al centro della scena il dibattito sulle Reti.

L'oceano, per chi offre qualità e prodotti di eccellenza, è e sarà sempre più blu, soprattutto verso le nuove potenti economie (Cina) e le esigenze di una larga parte dei loro consumatori, e per le piccole imprese e le aziende artigiane del Made in Italy si aprono e si apriranno costantemente nuovi orizzonti. Ma togliamoci per piacere di dosso etichette consunte e antistoriche, che gli italiani non si meritano, perchè sapranno uscire da questa crisi dimostrando ancora una volta che proprio dalla loro innata capacità di collaborare un nuovo miracolo economico Italiano è sempre possibile.


di Eugenio Ferrari,
presidente Assoretipmi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Segui la discussione nel gruppo RETI DI IMPRESE PMI


 

NEW !!! CORSO PER MANAGER DI RETE | 5°Edizione | Start 3 Ottobre 2016

ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 30 SETTEMBRE  CLICCA QUI

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2016-678-MF

banner-mappa-free-trial-blue

BANNER-SEARCH-MANAGER-DI-RETE

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri. 
Per diventare associato di ASSORETIPMI VAI QUI sono già  attive le adesioni per l'anno 2017!

banner-mani-assoretipmi

Pubblicato inNews
Bando - Concorso di Idee per la realizzazione del portale web di RETE ZOE’ scad. 12/10/2016

BANDO – CONCORSO DI IDEE

PER LA REALIZZAZIONE DEL

PORTALE WEB DI

RETE ZOE’

Il bando si chiude alle ore 24.00 del

12 settembre 2016

Proroga di trenta giorni della scadenza per il BANDO - CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DEL PORTALE WEB DI RETE ZOE’:
nuova scadenza 12 ottobre 2016

 

 

Art. 1 - Obiettivi del concorso
Rete Zoé. Rete di imprese per l’edilizia, gli impianti e il rinnovamento energetico, in collaborazione con il Polo Tecnologico di Pavia e con il patrocinio di ASSORETIPMI indice un concorso di idee per la realizzazione di un sito internet (di seguito: “Sito”) che diventi il portale di Rete Zoé e delle Imprese costituenti la Rete.
Nella propria proposta il concorrente dovrà sufficientemente illustrare, attraverso immagini, presentazioni o altri media che riterrà di utilizzare l’idea grafica e le soluzioni tecniche preliminari alla realizzazione del portale.

Art. 2 - Caratteristiche richieste
1. Il concorrente dovrà fornire:
a. adeguata documentazione atta a definire il più precisamente possibile l’idea grafica e tecnica del portale che si andrà a realizzare;
b. Una stima dei costi eventuali per l’utilizzo di software e delle licenze d’uso per il funzionamento del portale
c. La stima dei costi annuali per la gestione e la manutenzione del portale, comprensiva di assistenza tecnica;

3. Nella proposta tecnica, presentata in sede di gara, i servizi previsti dovranno essere dettagliati.
4. Il portale Internet dovrà rispondere ai requisiti tecnici di accessibilità definiti dalla normativa vigente o sopravvenuta.

Art. 3 – Il Progetto
1. Il portale viene inteso come strumento di comunicazione delle attività di Rete Zoé verso l’esterno e come piattaforma di comunicazione delle novità tecnologiche e normative per la potenziale clientela.
2. Il portale deve prevedere il collegamento ad una gallery di immagini delle realizzazioni di Rete Zoé nonché il collegamento del portale stesso ai siti internet delle Imprese costituenti la Rete. È inoltre necessario prevedere una soluzione grafica che indirizzi gli utenti del portale anche al sito del Polo Tecnologico di Pavia, sportello ASSORETIPMI ed al sito stesso di ASSORETIPMI.
3. Il portale dovrà prevedere uno spazio per un collegamento dinamico dei contenuti pubblicati sul profilo Facebook di Rete Zoé https://www.facebook.com/Rete-Zo%C3%A9-1600267723596524/ .
4. L’attività per la quale viene richiesta al concorrente la stima di cui all’art. 2, punto 1 lett. b e c deve prevedere le seguenti attività:
- preparazione del materiale editoriale su testi inviati dall’Organo Comune di Rete Zoé;
- ottimizzazione delle immagini;
- preparazione dei file allegati;
- caricamento;
- interventi di routine.

Art. 4 - Assistenza tecnica
Verrà richiesto al concorrente una stima relativa all’assistenza della piattaforma web per la durata di 24 mesi, con decorrenza iniziale dalla data di approvazione da parte dell’assemblea di Rete Zoé dei contenuti del portale.
Il concorrente assicurerà per tale durata dell’appalto il servizio di assistenza, manutenzione e correzione dei malfunzionamenti, incluso quello di base anche se di terze parti, ed ogni consulenza tecnico sistemistica necessaria per il corretto funzionamento del Sito.

Art. 5 - Requisiti richiesti
1. Possono partecipare al concorso, a titolo personale o in gruppo (informale o di associazione costituita legalmente) giovani professionisti ed esperti nel settore di età non superiore a 30 anni, che risiedono, vivono o lavorano in Lombardia
2. Nel caso di partecipazione in gruppo è necessaria la presenza di un rappresentante che sarà l’unico interlocutore con la Rete per conto del gruppo.
3. Per la natura stessa del bando, concorso di idee, è necessario che il soggetto partecipante, qualora ne fosse decretata la vittoria, sia in possesso di partita IVA, necessaria ai fini della riscossione della somma corrisposta.
4. Ogni partecipante (singolo o in gruppo) potrà inviare una sola proposta.
5. Il materiale pervenuto non sarà restituito.

Art. 6 - Modalità di partecipazione e termini di invio
1. Per partecipare è necessario inviare la proposta di cui all’art.2 del presente bando contenente i propri dati personali o del rappresentante del gruppo via e-mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
2. L’ e-mail dovrà pervenire entro le ore 24,00 del 12 settembre 2016 nuova scadenza 12 ottobre 2016
3. L’e-mail dovrà avere come oggetto Portale Rete Zoé e un motto univoco di identificazione e contenere, a pena di esclusione:
• Documento contenente i dati anagrafici e fiscali del partecipante o dei partecipanti, se in gruppo, con l’indicazione del capogruppo responsabile, nonché la dichiarazione di presa d’atto che il materiale inviato non verrà restituito e che il concorrente, o i concorrenti, non potranno per tali elaborati richiedere alcuna forma di pagamento o indennizzo per l’attività eseguita con le finalità del presente bando.
• Proposta grafica e tecnica (con descrizione di tecnologie e metodologie di sviluppo, e con indicazione dell’utilizzo della piattaforma, caratteristiche dell'ambiente in base al servizio di hosting in produzione, proposte migliorative per ottimizzare le ipotesi di servizio previste nel presente bando, cronoprogramma dei lavori di realizzazione del sito con relativa data prevista per la sua attuazione, proposta per l’assistenza tecnica biennale successiva alla pubblicazione del Sito)
• Offerta economica, articolata secondo le seguenti voci di costo: Canoni annuali relativi all’erogazione del completo servizio ed all’assistenza tecnica; Eventuali costi di licenze;
• copia fronte/retro di un documento di identità in corso di validità (del singolo o del rappresentante del gruppo)
• contatti e recapiti dei partecipanti.

Art. 7 - Esclusione dal concorso.
1. Sono esclusi dalla partecipazione al concorso i membri della Commissione.
2. Saranno in ogni modo escluse tutte le richieste che non rispettano i requisiti tecnici e le altre disposizioni previste dal presente bando.

Art. 8 - Valutazione delle richieste.
1. Le richieste pervenute saranno valutate da una Commissione composta da un rappresentante per Rete Zoé, che esprimerà un giudizio in merito alla proposta grafica, un rappresentante per il Polo Tecnologico di Pavia il cui giudizio verterà sugli aspetti tecnici ed un rappresentante per ASSORETIPMI che darò un giudizio relativamente agli aspetti di comunicazione e marketing.
I nominativi dei componenti la commissione saranno pubblicati entro dieci giorni dalla scadenza dei termini per la consegna degli elaborati sui siti del Polo Tecnologico di Pavia e di ASSORETIPMI nonché sul profilo Facebook di Rete Zoé.
2. Il giudizio della Commissione esaminatrice è unico e insindacabile.
3. La valutazione delle richieste sarà effettuata in base ai seguenti criteri:
• Efficacia e immediatezza comunicativa
• Adeguatezza e coerenza con il tema del concorso ed i requisiti tecnici
• Flessibilità d’uso e di applicazione
• Economicità

Art. 9 – Premi (prestazione per concorso di idee)
1. Al vincitore, il singolo o il gruppo il cui elaborato sarà prescelto, verrà assegnato l’incarico per la redazione e messa on line del portale che verrà compensato con il pagamento, a portale on line di € 1500.00 oltre ad IVA. Restano a carico di Rete Zoé i costi per l’hosting ed eventuali oneri accessori non specificati nel presente bando. Sarà inoltre sottoscritto con il vincitore, sulla base dei prezzi offerti nella proposta allegata alla documentazione di gara, un contratto di manutenzione di 24 mesi con decorrenza dalla data di messa on line del portale.
2. Il vincitore del concorso sarà informato personalmente e mediante mail sulle modalità di ritiro del premio.

Art. 10 - Proprietà, diritti, doveri e responsabilità
1. Tutti i partecipanti saranno informati dell’esito della selezione mediante posta elettronica (all’indirizzo inserito nella domanda).
2. Rete Zoé per quanto riguarda il progetto selezionato, acquisisce la proprietà e ogni diritto per l’utilizzazione, la riproduzione, la registrazione, il deposito e la pubblicazione senza limiti di tempo e di spazio, compresa l’eventuale concessione dell’utilizzo a terzi del medesimo.
3. L’autore del progetto selezionato, con l’approvazione del presente bando, rinuncia pertanto a ogni diritto sul logo ed espressamente solleva, manleva e mantiene indenne Rete Zoé e i suoi rappresentanti da ogni responsabilità verso terzi derivante direttamente o indirettamente dal marchio e/o dal suo utilizzo e da eventuali violazioni della proprietà intellettuale.

Art. 11 - Informativa trattamento dati personali
1. A norma e in applicazione del D.Lgs. 30.6.2003, n. 196, i dati personali, comunicati al Rete Zoé nell’ambito del concorso di idee, saranno trattati esclusivamente per le finalità inerenti alla gestione del concorso.
2. Titolare del trattamento dei dati personali è Giulio Freddi, presidente dell’Organo Comune di Rete Zoé. Rispetto a tali dati gli interessati potranno esercitare i propri diritti in base all’art. 7 del richiamato D.Lgs. 196/03.

3. Il conferimento dei dati è obbligatorio, pena l’esclusione dal concorso, ai fini dell’esame dei requisiti di partecipazione posseduti dai candidati.

Art. 12 - Calendario.
1. Il bando del “CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DEL PORTALE WEB DI RETE ZOE’ è aperto a partire dal 15 luglio 2016. Da tale data il bando e gli allegati saranno disponibili sul sito del Polo Tecnologico di Pavie e di ASSORETIPMI.
2. Il termine ultimo di presentazione degli elaborati tramite l’invio dell’e-mail come previsto dall’Art.6 è fissato alle ore 24.00 del 12 settembre 2016 nuova scadenza 12 ottobre 2016
3. La Commissione esaminatrice porterà a termine la selezione entro 30 giorni dalla scadenza per la consegna degli elaborati, salvo necessità di proroga dovuta da un alto numero di partecipanti o altre cause non dipendenti dalla volontà dei commissari.
4. Rete Zoé si riserva, a proprio insindacabile giudizio, di prorogare, sospendere e/o rinviare ad altra data la procedura concorsuale senza che i concorrenti possano avanzare alcuna pretesa in merito.

Art. 13 - Informazioni.
1. Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
2. Nel sito del Polo Tecnologico di Pavia e di ASSORETIPMI è disponibile il bando del concorso di idee. In queste pagine web verranno inserite eventuali comunicazioni ai partecipanti e/o aggiornamenti sul concorso di idee.

 

header-bando-rete-zoe


 

NEW !!! CORSO PER MANAGER DI RETE | 5°Edizione | Start 3 Ottobre 2016

ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 30 SETTEMBRE  CLICCA QUI

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2016-678-MF

banner-mappa-free-trial-blue

BANNER-SEARCH-MANAGER-DI-RETE

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri. 
Per diventare associato di ASSORETIPMI VAI QUI   

banner-mani-assoretipmi

Pubblicato inNews
Semplificazioni reti di imprese: nessun bilancio per le reti contratto, novità assunzioni congiunte in agricoltura

Solo la rete soggetto dovrà depositare una situazione patrimoniale come le Spa.

Novità nelle assunzioni congiunte in agricoltura.

 a cura dell'Avv. Fabrizio Garaffa - Delegato Provincia di Bologna ASSORETIPMI

fonte: leggiecontratti.it

 

Il cosiddetto "collegato agricoltura" è stato definitivamente approvato dal Senato ieri, 7 luglio 2016: ne deriva che le importanti misure in esso contenute diventeranno presto efficaci a tutti gli effetti.
Il testo apporta due importanti novità per le reti di impresa concernente le regole contabili, da un lato, e il nuovo limite di imprese agricole in rete per poter sfruttare le assunzioni congiunte.
Per quanto riguarda le regole contabili, il nuovo testo del num. 3, comma 4-ter, art. 3 del D. L. N. 5/2009 e s.m.i. sarà ben presto il seguente con la parte appena aggiunta in neretto:
qualora la rete di imprese abbia acquisito la soggettività giuridica ai sensi del comma 4-quater, entro due mesi dalla chiusura dell’esercizio annuale l’organo comune redige una situazione patrimoniale, osservando, in quanto compatibili, le disposizioni relative al bilancio di esercizio della società per azioni, e la deposita presso l’ufficio del registro delle imprese del luogo ove ha sede; ”. Qui si prospetta subito una difficoltà interpretativa: in base alla tecnica di interpolazione del testo che è stata utilizzata dal legislatore, si direbbe che tale novità riguardi tutte le reti di impresa, a prescindere dal fatto se siano o meno impegnate in agricoltura. Eppure, l’art. 17 del Collegato agricoltura che ha inserito tale modifica è rubricato “Contratti di rete nel settore agricolo, forestale e agroalimentare”; così come il relativo titolo III parla di “Disposizioni per la competitività e lo sviluppo delle imprese agricole e agroalimentari”. Ora, in base ad un tradizionale criterio di interpretazione della legge, la rubrica non costituisce tecnicamente parte integrante della disposizione da interpretare (rubrica legis non est lex) e, pertanto, in caso di contrasto tra questa e l’articolo, dovrebbe prevalere quest’ultimo. In questo senso, dunque, ci sentiamo di confermare come prima interpretazione del testo l’indicazione che la nuova normativa sulle regole contabili si applichi a tutte le reti di imprese in forma di soggetto, e non solo a quelle agricole. Questo comporterebbe una notevole semplificazione e flessibilità delle regole di contabilità delle reti – contratto che non sarebbero tenute a rispettare le regole già viste, poiché queste sarebbero presto applicabili solo alle reti-soggetto.
Ciò non toglie che, prima di prendere qualsiasi decisione operativa, sarà bene attendere qualche giorno per compiere ulteriori verifiche.
La seconda, rilevante, modifica si applica invece senza dubbio solo al mondo dell’imprenditoria agricola poiché riguarda un istituto tipico di questo settore come le assunzioni congiunte in agricoltura.
Secondo la modifica apportata dall’art. 18 del Collegato Agricoltura, infatti, queste assunzioni congiunte potranno essere effettuate anche da imprese legate da un contratto di rete “quando almeno il 40 per cento (e non più il 50 per cento come stabilito dall’attuale disciplina) di esse sono imprese agricole”, secondo il nuovo testo dell’art. 31, comma 3-ter, D. Lgs. n. 276/2003.

Di seguito il link del Senato al testo della legge:

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/17/DDLMESS/982316/index.html 

 


 

NEW !!! CORSO PER MANAGER DI RETE | 5°Edizione | Start 3 Ottobre 2016

ISCRIZIONI ATTIVE FINO AL 30 SETTEMBRE  CLICCA QUI

Banner-Manager-di-rete-di-impresa-Corso-2016-678-MF

banner-mappa-free-trial-blue

BANNER-SEARCH-MANAGER-DI-RETE

ASSORETIPMI è l’associazione nazionale indipendente di Imprenditori, Reti di Imprese, Professionisti, Manager di Rete e tutte le persone interessate allo sviluppo dell'aggregazione nata dal social network LinkedIn, all'interno del Gruppo RETI DI IMPRESE PMI, che con i propri gruppi verticali conta oggi oltre 40.000 membri. 
Per diventare associato di ASSORETIPMI VAI QUI   

banner-mani-assoretipmi

Pubblicato inNews
Pagina 1 di 32

I Cookie ci aiutano a fornirvi un servizio migliore. Cliccando su "Accetta" o continuando a navigare accettate il loro utilizzo. Privacy Policy.