Visualizza articoli per tag: social - ASSORETIPMI


LinkedinTwitterFacebook
La Mappa delle Reti d'Impresa in Italia

DELIMITATORE1

Iscrizione alla Newsletter

SHARE THIS:

crea il tuo progetto

Iscrizione alla Newsletter

 

DELIMITATORE1

Mondadori e Assoretipmi

banner-mappa-reti-new-version

27 Settembre, Segrate: torna INNOVA IMPRESA, l'evento per innovare il tuo business! Speciale Coupon ASSORETIPMI e Gruppo RETI DI IMPRESE PMI

ASSORETIPMI 

ti invita a

INNOVA IMPRESA

L’evento per innovare il tuo business!

27 settembre 2018

h.9.00- h.18.00

Centro Direzionale Milano 2 

Segrate (MI) 

 SPECIALE PROMO
 RISERVATA AD ASSORETIPMI 
 

 

 

Innova Impresa è una giornata dedicata all'innovazione digitale e ai nuovi modi di fare impresa nell'era del 4.0.

Speaker di grande valore, spunti pratici e concreti derivanti dal matching tra relatori, imprese, networking e la possibilità di richiedere consulenze personalizzate per affrontare la propria situazione in maniera specifica.

Un evento che può offrirti fin da subito la possibilità di migliorare la tua attività scoprendo nuove tecnologie, nuovi strumenti e nuove modalità di lavoro fino a nuovi modelli di business, per aiutarti a digitalizzare sempre di più la tua attività!

Qui sotto puoi trovare i dettagli con l'agenda dell’evento e tutte le attività che caratterizzeranno questa ricca giornata.

LE TEMATICHE DI INNOVA IMPRESA 2018: 

• Digitalizzazione dei processi e Big Data
• Marketing digitale e social network
• Trasformazione delle risorse umane e dell’organizzazione
• Industria e impresa 4.0 e i finanziamenti
• Intelligenza artificiale e realtà aumentata

L’evento sarà patrocinato dall’Associazione italiana Cultura Qualità (AICQ), interverranno rappresentanti di aziende dello spessore di IBM, che innovano da anni, come anche il Gruppo PORINI e aziende produttive che sono riuscite a digitalizzare i loro processi come BERTO SALOTTI, interverranno imprenditori come GIUSEPPE GATTI e GIANLUCA MASSINI ROSATI che hanno trasformato il loro business tradizionale in “business innovato” con il digitale, creando community di migliaia di imprenditori che li seguono.

IL PROGRAMMA

MATTINA: 9.00- 13.30
_________________
SESSIONE PLENARIA – SALA DEL FARE
Ore 8.45 Registrazione e Welcome Coffee
Ore 9.15 Come Creare Autorevolezza Online – Valerio Fioretti, esperto n°1 di autorevolezza online
Ore 9.45 Cambiare Business Model – Giuseppe Gatti, CEO SD CAPITAL, Autore del Bestseller Mondadori, Rivoluzione Immobiliare
Ore 10.15 Digitalizzare i Processi Aziendali – Filippo Berto, Ceo Berto Salotti e ex presidente Gruppo Giovani imprenditori Confartigianato Monza Brianza
Ore 10.45 Digitalizzare i processi di Comunicazione e Marketing – Monica Franco, CEO TeamReti Italia, Vicepresidente Assoretipmi
Ore 11.15 Break- Trasformazione Digitale: NO PANIC! Beviamoci su!
a cura di Ti Bevo
Ore 12.00 Cloud e Digitale nel futuro delle imprese Alessandro La Volpe, Vice presidente IBM Cloud
Ore 12.30 Intelligenza Artificiale, Big Data, IoT: Teorie astratte o soluzioni concrete? – Mario Gennari, Business Development Porini
Ore 13.00 Nuova fiscalità e Costi – Gianluca Massini Rosati, imprenditore Fintech
Ore 13.30 Business Lunch & Networking

POMERIGGIO: 14.30-18.00
_________________

SALA DEL FARE

Dalle 13.30 a fine giornata - Esperienza di realtà virtuale. Applicazioni pratiche di nuove tecnologie.

Ore 14.30 Tavola Rotonda: Due chiacchiere in Salotto! – Paolo Pugni, ideatore del podcast ‘VENDERE VALORE’, sarà moderatore di interviste ad esponenti illustri dell’Innovazione e della Trasformazione Digitale

SALA DEL SAPERE
Ore 14.30 Sessioni formative e Workshop pratici

• Riorganizzare persone e ruoli – Paolo Del Nero, direttore della città dei mestieri di Milano, ex assessore al Lavoro del Comune di Milano
• Innovare non disperdendo con il controllo di gestione – Luca Ghezzi, dottore commercialista
• Analisi del dato: Il valore che genera valore – Mario Gennari, Business Development Gruppo Porini
• Finanziamenti Industria 4.0 – Maurizio Viglino, Consulente aziendale per l’accesso ai finanziamenti
• Marketing Digitale e Gdpr Elena Giannopolo, consulente di direzione e Founder Innova Impresa e Roberto Lorenzetti di Siseco
• Sfruttare il digitale per andare all’estero, Prof. Roberto Marmo, Università di Pavia
• Contest Competition: i vincitori del nostro contest sull’innovazione si raccontano

SALETTA MATCHING
Mattina e Pomeriggio – Business Matching one-to-one con i relatori e con gli esperti - in questi appuntamenti sarà possibile approfondire dubbi, domande e ricevere consulenze su misura per la propria attività.

 

SPECIALE SCONTO 50%

da Innova Impresa, fino al 26 Settembre.

Riservato associati ASSORETIPMI e membri Gruppo LinkedIn RETI DI IMPRESE PMI 

L’offerta speciale è valida fino al 26 Settembre,  inserire il codice promozionale AGO50:
 
27-settembre-iscrizione-rosso
Innova Impresa 2018
27 settembre
Business Centre Coworld 
Centro Direzionale Milano 2  - Via Fratelli Cervi (Palazzo Canova – 4° piano) Segrate
WEB:www.innovaimpresa.eu
 
27-09-2018-sponsor-678

 

 5 NOVEMBRE 2018

START CORSO MANAGER DI RETE D'IMPRESA

7° EDIZIONE | ASSORETIPMI & FONDAZIONE MARCO BIAGI

ISCRIZIONI APERTE FINO AL 26 OTTOBRE | 56 ORE | E-LEARNING

Dopo aver formato 600 Manager di Rete nelle 6 edizioni precedenti, torna il Corso più frequentato d'Italia sulle Reti d'Impresa. 
Nuova metodologia didattica, nuovi temi, nuovi focus e trend dal nostro day-by-day con le Reti d'Impresa.

►28 ORE di lezioni in video pillole, 

►28 ORE di sedute online di confronto con i docenti, 

►Webinar di approfondimento, tutoraggio 

ISCRIZIONI APERTE FINO AL 26 OTTOBRE 

►RIDUZIONI PER ASSOCIATI ASSORETIPMI, UNDER 30 E STUDENTI UNIVERSITARI.


ISCRIVITI ORA

Locandina-Manager-di-Rete

Pubblicato inNews
Nasce TEAMRETI ITALIA, innovazione e social network per una Rete che guarda al futuro.

     Comunicato Stampa

ASSORETIPMI

  annuncia la nascita di 

TEAMRETI ITALIA

Innovazione e social network per una rete di imprese che guarda al futuro.

 

 

 

 

 

 

Modena, 14 Gennaio 2016 - Le origini sono quelle del social network, l'ambiente è l'ecosistema delle reti d'impresa, l'obiettivo è il rafforzamento delle PMI. Da questo insieme di presupposti nasce Teamreti Italia, una rete di imprese fortemente concentrata sul supporto alle Piccole e Medie imprese che sempre più chiedono di fare rete.

"La complessità del momento storico e lo stesso sistema globale nel quale siamo inseriti impongono un livello di esperienza e di aggiornamento straordinari. Ci vuole una fortissima contaminazione tra competenze ed esperienze professionali diversificate, tra i diversi territori e anche tra gli stessi settori industriali. Viviamo in una società liquida in cui anche il tessuto industriale si evolve e si innova, e spesso si presenta con i contorni più sfumati di quelli di un tempo" afferma Eugenio Ferrari, Presidente dell'Organo Comune di Teamreti Italia, che prosegue: " Abbiamo voluto creare una rete di impresa che partisse da questi presupposti acquisiti in oltre 4 anni di esperienze nel mondo social e associativo al fianco delle reti di impresa. Oggi portiamo questo immenso patrimonio di competenze a tutte quelle reti che si devono ancora formare ma anche alle reti che attraversano un momento di stallo e devono rivedere in tutto o in parte le proprie strategie. Siamo appena partiti ma abbiamo già molte domande di Imprese che chiedono di entrare nella rete".

Teamreti Italia trae le sue origini da AssoretiPMI, l'associazione nazionale indipendente nata dal Gruppo Reti di Imprese PMI sul social network LinkedIn. E’da questa esperienza unica a livello nazionale che Teamreti Italia trae quelle competenze che può trasferire alle Imprese direttamente come Organizzazione presente e operativa su tutto il territorio Italiano.

Le 11 Imprese che hanno dato vita a questa aggregazione assolvono e integrano tutte le competenze necessarie alle creazione e allo sviluppo di una rete di impresa: Teamreti S.r.l, Seam Consulting Srl, Blue Lab Srls, DicaConsulting di Dario Di Carlo, Consulcert Srl, Pignatari Carlo D.I, Gamina Srl, Imprenditore Online Srls, Consulenza&Reti Srl, Davide Zanetti D.I, Immagica Comunicazione Srl.

La crescita della rete nella sua compagine segue un progetto di sviluppo che si articola in tre direttrici: competenze, settori, territorio. Con una forza in più, quella di un grande network già esistente e interconnesso composto da Imprese, Professionisti, Reti di Imprese, Manager ed esperti di reti che si raccolgono nella più grande community italiana sulle reti di impresa, costituita dal gruppo Reti di Imprese PMI e dall’associazione AssoretiPMI.

Tutte le informazioni sul sito www.teamretitalia.com

 

Contatti per la Stampa

Monica Franco

Vicepresidente

ASSORETIPMI

cell. + 39 348 4525093

skype: monicabrain

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.teamretitalia.com  

Pubblicato inComunicati Stampa
L’edilizia italiana si mette in rete e cerca la salvezza in Russia, a San Pietroburgo

Mercato del mattone fermo in Italia, in Russia cresce del 15%.

E 19 imprese ci provano

 

pubblicato su lindro.it

 

Vibrapac, azienda attiva nel settore dei prefabbricati, Edil bb, Sd Partners, azienda di progettistica (suo anche Palazzo Lombardia, sede della Regione), Parolo e Green Coop, specialisti dell’edilizia ecosostenibile, Assistedile Raimondi, specializzata in gru per grattacieli. Sono solo alcune delle 19 aziende che – sfruttando il sistema delle reti di imprese e sotto la guida della capofila House Service srl – hanno discusso con le autorità municipali di San Pietroburgo unacommessa di circa 5 miliardi. Tramite la Camera di Commercio Italia-Repubblica Ceca di Milano, in un incontro nella città russa a metà maggio hanno parlato di una serie di interventi di housing sociale, di edilizia a prezzi calmierati. «Abbiamo discusso della realizzazione di 35mila alloggi nelle 6 aree del distretto industriale e della ristrutturazione di una casa di riposo per anziani nei sobborghi della città – spiega Ermanno Orini, presidente di Green Coop – e quantificando in 3,2 miliardi il valore del primo intervento possiamo stimare che insieme al secondo si tratta di qualcosa come 5 miliardi di euro».

«Fatta un’attenta ricerca di mercato e analisi del disagio abitativo nell’Europa Centro-Orientale, è emerso che dopo la caduta del Muro di Berlino, il social housing nell’ex blocco sovietico è stato abbandonato», spiega Massimo Metilli, per conto della Camera di Commercio, vero procacciatore d’affari per quelle imprese italiane che – a fronte della stagnazione della domanda interna italiana che Orini riscontra, almeno per il suo settore – vedono nell’estero la vera ancora di salvezza«Il progetto social housing è partito sull’invito del Ministero dello Sviluppo Economico per creare nuove opportunità alle imprese edili italiane. Credo che questo progetto, anche se non rappresenta una soluzione definitiva, possa sicuramente aprire i nuovi ed interessanti mercati», conferma Metilli.

«La creazione della rete d’impresa – prosegue - ci permette di offrire contract ‘chiavi in mano’, questa novità ha suscitato tantissimo interesse dalla parte delle autorità e dei business man russi. Il mercato della Russia offre grandissime opportunità, i rischi ci sono, ma l’operare come un ente che rappresenta una rete d’imprese, offre maggiori garanzie». Assolutamente concorde con Metilli sulle opportunità che la Russia offre – «Il mercato dell’edilizia cresce a doppia cifra, al 15%» – Orini avverte tuttavia: «Per operare all’estero occorre avere una buona solidità finanziaria: in Russia la svalutazione è del 10% e questo comporta rincari conseguenti dei salari, mentre il tasso di interesse delle banche è proibitivo: 17%. La rete di imprese è uno strumento aperto, a cui possono aderire anche altri in corso d’opera, ma non è uno strumento adatto alle imprese in difficoltà, perché la rete deve avere una sua forza economica».

Orini confida che ci siano «ottime chances di arrivare a siglare pre-contratti» nel prossimo workshop a San Pietroburgo, il prossimo 23 giugno, e non si mostra particolarmente preoccupato della possibilità che concorrenti stranieri si inseriscano«Abbiamo già visto all’opera altri competitors in altri settori della città. Ma la Russia è di fatto una prateria, può essere paragonata all’Italia degli anni 60-70. E rispetto al nostro Paese offre il vantaggio di una burocrazia molto snella e di un pragmatismo che sembra quasi teutonico».

Lasciando discretamente solo intuire il ruolo che la Camera di Commercio Italia-Repubblica Ceca ha svolto attraverso i propri canali nel raccogliere la domanda russa e nell’aggregare l’offerta italiana, Metilli osserva: «Abbiamo le competenze da trasferire, questo è il nostro vantaggio: l’eccellenza del made in Italy del sistema dell’abitare, efficienza energetica, sistemi innovativi di costruzioni, l’esperienza nella gestione del social housing e i modelli di finanziamento». E in merito al know how proposto ai russi – «con riscontri superiori alle aspettative», secondo quanto riferisce Orini – afferma: «Se parlando di social housing non ci riferiamo non solo al settore abitativo ma anche quello della salute e dei servizi accessori al cittadino (ad esempio le scuole) possiamo dire di avere un’idea innovativa e di essere i primi, soprattutto siamo gli unici ad avere un progetto transazionale: stiamo unendo le aziende italiane e ceche per trovare lavoro in Est Europa».

Presidente del Comitato per lo sviluppo dell'imprenditoria e del mercato, Kachaev Elghiz all’emittente russa Perspektiva-TV ha dichiarato: «Siamo favorevoli a ogni idea che possa aiutarci a diminuire i costi e migliorare la qualità delle abitazioni, visto che è nostro compito creare le condizioni alle quali un maggior numero di persone possa migliorare la qualità della vita. La cosa più importante è l'assenza di ostacoli amministrativi; è necessario creare un ambiente di lavoro confortevole per gli imprenditori. In ogni modo, gli imprenditori italiani cercheranno la collaborazione coi partner russi e questa causa comune va supportata, soprattutto per poter inserire quanto prima le nuove tecnologie sul nostro mercato. Non ci sarà alcuna ricerca o selezione. Esistono molte imprese che entreranno in contatto con noi e proporranno vari format di collaborazione. Contatteremo varie associazioni di imprese che metteranno a disposizione loro risorse. L'importante è che ci sia interesse e prospettive in questo settore».

In rappresentanza dell’associazione per lo sviluppo e il supporto dell'imprenditoria, alla stessa tv Lidia Prokhorova si è fatta garante della certezza degli accordi che vedano operatori stranieri attivarsi in Russia: «Garantire la sicurezza del business è la nostra priorità - sono state le sue parole - Noi seguiamo i progetti che ci vengono proposti. Cerchiamo di rispondere a tutte le domande che ci arrivano dagli imprenditori. Se i nostri interlocutori sono imprese di costruzioni, studiamo a fondo le problematiche del settore, i bisogni e le difficoltà che siamo in grado di portare all'attenzione delle autorità e strutture governative competenti».

Sui 1.000-2.000 euro a metro quadro il valore degli appartamenti per i quali al prossimo appuntamento la cordata italiana presenterà business plan e rendering (oltre a esempi delle realizzazioni compiute in Italia), a fronte di salari che per la classe operaia locale si aggirano intorno ai 400 euro mensili, il target di mercato è anche quel ceto medio e sempre più alto che va prendendo piede particolarmente a Mosca e, appunto, a San Pietroburgo (dove, per intendersi, Gazprom ha progettato un grattacielo quale suo nuovo quartier generale che può ricordare, con le proporzioni e le differenze del caso, quello, a oggi il più alto in Italia, in cui Unicredit ha trasferito la propria sede in zona Garibaldi a Milano). «Su una popolazione di 5 milioni di abitanti, a San Pietroburgo ci sono 500mila super-ricchi», stima, a spanne, Orini. Nel caso di conclusione positiva delle trattative, i lavori dovrebbero prendere l’avvio all’inizio della prossima primavera, per concludersi – «Lì quando fa freddo, fa freddo davvero» ricorda Orini – per il 2020.

 

pubblicato su lindro.it

 

Leggi l'articolo originale cliccando QUI

Non sei ancora associato ad ASSORETIPMI ? Clicca QUI

Partecipa alla discussione nel gruppo Linkedin RETI DI IMPRESE PMI

 

Pubblicato inNews

I Cookie ci aiutano a fornirvi un servizio migliore. Cliccando su "Accetta" o continuando a navigare accettate il loro utilizzo. Privacy Policy.