Salta al contenuto principale

INSTANT BOOK N° 8: "L'ATTUAZIONE DEL PNRR IN ITALIA. Genesi, opportunità e criticità dell’intervento europeo più importante del XXI secolo"

  • Home
  • News
  • INSTANT BOOK N° 8: "L'ATTUAZIONE DEL PNRR IN ITALIA. Genesi, opportunità e criticità dell’intervento europeo più importante del XXI secolo" | ASSORETIPMI

INSTANT BOOK N° 8: "L'ATTUAZIONE DEL PNRR IN ITALIA. Genesi, opportunità e criticità dell’intervento europeo più importante del XXI secolo"


INSTANT BOOK N° 8 

L'ATTUAZIONE DEL PNRR IN ITALIA

Genesi, opportunità e criticità dell’intervento europeo più importante del XXI secolo

a cura del Prof. Giuseppe Capuano, Economista, nostro Delegato alle Relazioni Istituzionali
 

Inedita opera esplicativa e costruttivamente critica di tutte le dinamiche del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza - PNRR, in 53 pagine, con particolare attenzione alle Reti di Impresa e alle Filiere.

Abstract

L’Unione Europea, per far fronte ai gravissimi effetti economico-sanitari provocati in Europa dalla pandemia COVID-19, è intervenuta con una importante iniezione di liquidità nel sistema economico con l’obiettivo di aiutare gli Stati membri ad affrontare e superare la crisi in termini congiunturali e strutturali che nel libro si definisce “l’intervento europeo più importante del XXI secolo”.   

In questo contesto, l’Autore, con una fine analisi economica, commenta i principali interventi finanziari messi in campo dall’Ue con relative indicazioni strategiche di politica industriale e descrive come l’Italia si stia preparando, tra le mille difficoltà, nel creare le condizioni al fine di ricevere e utilizzare nel più breve tempo possibile le risorse ad essa assegnate e approfondire le principali criticità.

Il libro non rappresenta una descrizione pedissequa e per certi versi ormai scontata delle 6 Missioni e 16 Componenti di cui si compone il PNRR (note a tutti gli addetti ai lavori), per le quali si rimanda ai documenti ufficiali presenti nel sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ma una necessaria riflessione sul percorso che ha portato alla formulazione del Piano e un articolato approfondimento critico ma costruttivo su alcuni aspetti strategici (rivisitazione delle stime macroeconomiche e della valutazione di impatto del Piano, le tempistiche molto strette, la governance spesso ridondante, etc.) che il Piano affronta alla luce dei nuovi avvenimenti dettati dall’attualità economica (aumento dell’inflazione, crisi energetica, crisi di alcune filiere produttive come quella dell’automotive, guerra Russia-Ucraina, etc.).

Infatti, l’Autore con particolare competenza e efficacia narrativa ha approfondito alcune criticità strutturali dell’Italia (una PA inadeguata ai tempi, una struttura imprenditoriale formata da micro e piccole imprese spesso non in rete e poco innovative, una carenza di materie prime e di settori produttivi 4.0, una elevata propensione alle importazioni, etc.) e i rischi che quest’ultima dovrà evitare nell’utilizzo dei fondi.

Sarà infatti necessario che l’Italia si metta in condizione di sfruttare la svolta rappresentata dal NGUE, in maniera efficiente ed efficace utilizzando nella maniera più rapida e adeguata le risorse che già sono state messe a disposizione nel 2021 e che saranno disponibili negli anni successivi. Se ciò non avvenisse, diventerebbe ancora più problematico ottenere l’assenso della Commissione Ue che svolgerà un ruolo cruciale nel processo di approvazione periodica degli stati di avanzamento della spesa che dovrà essere completata entro il 2026.

L’Autore, seguendo un approccio molto pragmatico, propone due importanti interventi relativi alla struttura originaria del PNRR presentata a Bruxelles, che comunque non è immodificabile: il primo, è quello di rivedere la tempistica troppo stringente e ampliarla di almeno un biennio (dal 2026 al 2028) per favorire la migliore allocazione delle risorse e il completamento degli interventi; la seconda, modificare e riscrivere alcune delle priorità e misure di politica industriale in considerazione del rapido mutamento dello scenario macroeconomico dell’ultimo anno e delle conseguenze economiche delle crisi geopolitiche secondo un approccio dinamico e non statico al PNRR.

Infine, nel libro, si segnala una condizione imprescindibile per una piena efficacia del PNRR quale “dialogare con la parte più consistente del tessuto produttivo nazionale di piccole dimensioni in una ottica di rete. Se ciò non avverrà”, afferma l’Autore, “non solo si ridurranno gli effetti moltiplicativi del Piano, in termini di Pil e occupazione, ma si creeranno le condizioni per un aumento degli squilibri e delle diseguaglianze nell’economia e nella società italiana, con l’accentuarsi della dicotomia già presente tra grandi e piccole imprese, tra imprese innovative e competitive e imprese marginali e tra aree forti e aree deboli del nostro Paese”.

..........................................


L'INSTANT BOOK N° 8: "L'ATTUAZIONE DEL PNRR IN ITALIA. Genesi, opportunità e criticità dell’intervento europeo più importante del XXI secolo" è disponile gratuitamente per gli Associati di ASSORETIPMI nella sezione Documentazione del sito, accesso con LogCin

..........................................

Non sei ancora nostro associato? è il momento giusto di cogliere l'attimo per entrare nella nostra associazione usufruendo di un benefit di riduzione del 20% sulla quota di adesione con il Coupon in corso: WELCOME2022

CLICCA QUI

..........................................