Salta al contenuto principale

Investimento 2.1 “Sviluppo logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo”.

  • Home
  • News
  • Investimento 2.1 “Sviluppo logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo”. | ASSORETIPMI

Investimento 2.1 “Sviluppo logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo”.

È stato pubblicato in gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale che fornisce le direttive in merito l’avviso di "Sviluppo logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo". 

L’Avviso rappresenta uno strumento finalizzato a finanziare programmi di investimento per le imprese agroalimentari al fine di migliorare i processi logicisti e favorendo la transazione verso forme produttive sostenibili.

L’Avviso ha infatti come finalità l’erogazione di contributi economici per investimenti materiali e immateriali nella logistica agroalimentare per ridurne i costi ambientali ed economici e per sostenere l'innovazione dei processi di produttivi.

Nello specifico:
 

  • ridurre l'impatto ambientale ed incrementare la sostenibilità dei prodotti; 
  • migliorare la capacità di stoccaggio e trasformazione della materie prime;
  • preservare la differenziazione dei prodotti per qualità, sostenibilità, tracciabilità e caratteristiche produttive;
  • potenziare, indirettamente, la capacità di esportazione delle PMI agroalimentari italiane;
  • rafforzare la digitalizzazione nella logistica anche ai fini della tracciabilità dei prodotti;
  • ridurre lo spreco alimentare.

Potranno accedere alla misura le imprese, le società cooperative ed i consorzi, sia in forma individuale o associata, che operano nel settore agricolo e agroalimentare, ma anche le OP, le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione. 

Il programma di sviluppo per la logistica agroalimentare può essere realizzato in forma individuale o congiunta, anche mediante il ricorso allo strumento del Contratto di Rete.

L’avviso rientra tra i finanziamenti del PNRR per un ammontare di 500 milioni di risorse disponibili.
 
Per l’attuazione della misura, inserita all’interno del PNRR, il Ministero si avvarrà di Invitalia che curerà la ricezione, valutazione e approvazione delle domande di agevolazione, la stipula del contratto di ammissione, l’erogazione, il controllo e il monitoraggio.

Modalità di selezione, data apertura e chiusura, saranno indicate nel bando che sarà emanato nei prossimi mesi a seguito dell’autorizzazione da parte della Commissione europea.

Per info, dettagli e modalità di partecipazione scrivici a: amministrazione@exagongroup.it - Delegati ASSORETIPMI per le province di Siracusa e Catania 


 

Credits: Foto di Sabine da Pixabay