Salta al contenuto principale

MILANO, Pmi artigiane in rete all'assalto del mercato Oil&Gas

  • Home
  • News
  • MILANO, Pmi artigiane in rete all'assalto del mercato Oil&Gas

MILANO, Pmi artigiane in rete all'assalto del mercato Oil&Gas

Milano 27 dicembre 2014
redazione - assesempione.info
 
Chi ha detto che le piccole imprese metalmeccaniche milanesi non possano accaparrarsi una commessa nel difficile settore estrattivo di petrolio e gas?
 
A mettere insieme micro, piccole e medie aziende artigiane, terzisti e sub fornitori, ci ha pensato l'Unione Artigiani di Milano, costituendo una rete di eccellenze, pronte a far gola alle multinazionali mediorientali e del nord Europa.
 
"Per ora abbiamo una squadra formata da otto ditte metalmeccaniche milanesi - spiega il responsabile marketing&sviluppo dell'Unione Artigiani, Claudio Vettor -, ma ci sono tutti gli ingredienti affinchè il progetto possa crescere, offrendo alle grandi imprese multinazionali del settore pacchetti di forniture chiavi in mano".
 
Del resto, gli analisti sono concordi nell'affermare che il settore Oil&Gas è destinato ad imporsi nei prossimi 25 anni. E per le imprese artigiane di piccole dimensioni, anche lavorare su commesse esigue e marginali, come la fornitura di pezzi di ricambio o per la manutenzione e il rinnovo parziale degli impianti, potrebbe significare mettere in cantiere mesi di lavoro sicuro e ben remunerato, internazionalizzando la loro attività.
 
Per queste ragioni si è costituita ufficialmente la rete Oil&Gas, un modo per approcciare un mondo difficile da affrontare con le esigue risorse di una singola azienda artigiana, ma "conquistabile" con lo spirito e la forza di una squadra.
"Oggi, accanto ai tradizionali mercati del Medioriente e del nord Europa - prosegue Vettor -, riceviamo manifestazioni di interesse da parte di intermediari italiani che operano a Dubai, Nordafrica, Australia, Emirati. Sintomo che in questi Paesi la manifattura metalmeccanica milanese resta sinonimo di affidabilità."
 
Ed ecco quindi una rete di imprese che arriva a sopperire alla triste perdita dei "clienti storici" che, mai come in questi anni, ha portato tanti artigiani a chiudere i battenti.
"Nel settore del petrolio, e più ancora in quello del gas, sono stati congelati i grandi progetti previsti nei prossimi anni - spiega Patrique Coduri, managing director della Coduri Oil&Gas Technology, che assiste l'Unione Artigiani e la rete nei contatti con il settore all'estero -, quindi non vedo momento migliore per le ditte artigiane milanesi, alcune leader nella realizzazione di valvole e altre attrezzature speciali necessarie al comparto, per vincere individualismo e sospetti e tentare di aprire questa nuova strada".
 
"Anche le grandi multinazionali petrolifere del resto - conclude Coduri -, hanno compreso che tra un ventennio le fonti energetiche alternative si imporranno sui mercati, avamposto di tutte quelle aziende, anche artigiane, dotate di competenze e qualità, ma anche flessibilità, per la fornitura di lavorazioni particolari e specialistiche che il settore Oil&Gas richiede".
 
Per maggiori approfondimenti:
ing. Claudio Vettor - resp. Marketing&Sviluppo Unione Artigiani - 348 2790042
dott. Patrique Coduri - managing director Coduri Oil&Gas Technology - 0041 76 5207130
 
Tratto da assesempione.info - La Redazione
Leggi l'articolo originale cliccando qui