Salta al contenuto principale

Tradizione e Blockchain nella filiera del latte: la Rete Ovinicoltori Siciliani

  • Home
  • News
  • Tradizione e Blockchain nella filiera del latte: la Rete Ovinicoltori Siciliani | ASSORETIPMI

Tradizione e Blockchain nella filiera del latte: la Rete Ovinicoltori Siciliani

Sono passati 2.500 anni  (le prime notizie che si hanno risalgono alla Grecia classica tra il V e il IV secolo a.c., e probabilmente potremmo andare molto più indietro nel tempo) ma il prodotto finale non è cambiato, quello che è cambiato sono gli uomini e i processi di lavorazione e distribuzione.
Stiamo parlando del Pecorino Siciliano e di altri derivati del latte provenienti da allevamenti di ovini.
Se un tempo il Pecorino Siciliano usciva dalle mani dei pastori, oggi lo stesso è il prodotto finale di una filiera produttiva che richiede controlli, tecnologia, visione del mercato.
Il meccanismo per rendere tutto quanto evidente agli occhi di un consumatore è la tracciabilità di filiera, che va di pari passo con la sicurezza di consumo.

La Rete degli Ovinicoltori Siciliani, associata e con il supporto di ASSORETIPMI, con 31 allevatori della zona di Cammarata, ha saputo coniugare la tradizione con la tecnologia e ha quindi voluto inserire la Blockchain di LIRAX per garantire al 100% la qualità e la tracciabilità dei propri prodotti.
Oggi è necessario allearsi per competere sia sul mercato interno che sul mercato globale, senza mai perdere di vista la sapienza del fare, offrendo sempre di più al consumatore finale la certezza delle cose.

La notizia è stata data nel corso dello Smau Palermo del 27 febbraio 2020.

VAI ALL'ARTICOLO IN ORIGINALE
 

Foto di skeeze da Pixabay